LE DUE “REGGIO” A CONGRESSO: DOVE IL RINNOVAMENTO GENERAZIONALE È GIÀ REALTÀ

01/03/2010

1 Marzo 2010

Le due “Reggio” a congresso: dove il rinnovamento generazionale è già realtà

Cristian Sesena della Filcams nazionale, la settimana scorsa, ha partecipato, ad entrambi i congressi delle due Reggio e ne racconta le differenze e gli aspetti in comune:
Il Congresso di Reggio Emilia è stato aperto dal più giovane funzionario della Filcams. Un chiaro messaggio di una realtà territoriale che fin, dalla conferenza di organizzazione, ha intrapreso la strada del ricambio dei suoi gruppi dirigenti. Stefano Baisi ha 27 anni e viene dalla produzione (CONAD). La sua esperienza è cominciata 8 mesi fa e doveva essere un graduale inserimento nell’organizzazione. La Crisi lo ha fatto crescere in fretta. Ha macinato km su km per siglare in regione accordi di cassa integrazione. Ha portato il sindacato in realtà dove non era presente. Ha passato tutti i suoi sabato mattina per mesi, a ricevere lavoratori. Le sue serate a fare assemblee. E’ intervenuto nel dibattito, raccontando la sua esperienza e con quella vitalità ed entusiasmo di cui si nutre il nostro quotidiano essere Filcams. E’ stata un’emozione per me che, rischiando, lo avevo scelto, ritrovarlo maturato politicamente e in grado di parlare in pubblico. Mi sono rivisto. Mi sono ritrovato.”
Un po’ più a sud, un po’ più al caldo: “altra Reggio – Calabria – altro congresso, altre emozioni” racconta Sesena.
“Samantha Caridi 31 anni è stata eletta segretaria all’unanimità. Da 7 anni presidia un territorio vasto e difficile. Ho avuto il mio bel daffare a farla votare a scrutinio segreto. I suoi delegati la volevano acclamare. Quando Antonino , giovane delegato di un supermercato locale, ha terminato il suo intervento, ho capito che le mie conclusioni andavano cambiate. Antonino assieme ad altri delegati conosce pressioni ed intimidazioni di ogni sorta. Antonio assieme ad altri delegati ha passato tutto il tempo libero nelle ultime settimane presso la camera del lavoro, aiutando Samantha a mettere in piedi il congresso: dai bellissimi manifesti, agli inviti. E dopo il congresso continuerà a farlo: perché ci crede.
Ho parlato di cuore, solidarietà, legalità. Ho voluto dire a Laura che da dodici mesi non prende lo stipendio ed ogni mattina, domeniche incluse, si presenta al lavoro, che la Filcams è lei.
Ho cercato di dire a Rosanna ex LSU e addetta delle pulizie che il suo impegno è un piccolo seme in una terra bellissima e arida, che il sindacato, per lei e per i suoi figli, deve continuare a fertilizzare. Non so se ci sono riuscito. Samantha “ La Guerriera” era contenta. E lo sono stato anche io.
Due Reggio Due Congressi, Due Emozioni, un solo denominatore: I giovani e la Filcams”.