LE DITTE APPALTATRICI NON PAGANO. SCIOPERANO GLI ADDETTI DI PULIZIA DEGLI UFFICI POSTALI DI CESENA E FORLÌ

15/09/2009

15 settembre 2009

Le ditte appaltatrici non pagano. Scioperano gli addetti di pulizia degli uffici postali di Cesena e Forlì

Di recente è scomparsa l’azienda che aveva gestito l’appalto dal 2005 al 2008 senza provvedere al pagamento delle retribuzioni e dei contributi, ma anche la ditta subentrata lo scorso anno, ha lasciato dei conti in sospeso. E’ accaduto alle Poste Italiane di Cesena e Forlì, che aveva affidato la gestione delle pulizie a ditte esterne; ditte inadempienti che non hanno pagato i salari e hanno lasciato i lavoratori senza stipendio.
“Il problema” spiegano i sindacati “ è che l’appalto viene assegnato ad imprese che offrono il prezzo più basso e, una dopo l’altra, si sono volatilizzate senza pagare. È inaccettabile, soprattutto che Poste Italiane resti a guardare senza intervenire”.
“Poste italiane deve controllare e vigilare sia sul servizio che sui requisiti delle ditte affidatarie, che devono rispettare tutte le normative contrattuali e di legge nei confronti dei lavoratori.”
È per questo Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil di Cesena e Forlì hanno deciso di proclamare uno sciopero per venerdì 18 settembre.”