LAVORO MIGRANTE, MAI PIÙ SU DI NOI, SENZA DI NOI

24/09/2012

24 settembre 2012

Lavoro Migrante, Mai più su di noi, senza di noi

Si è svolta sabato a Firenze una bella iniziativa della Filcams Cgil, dedicata al lavoro migrante, dal titolo : "Mai più su di noi, senza di noi".

Il taglio della discussione, estremamente partecipativo grazie all’attivazione di tre tavoli di riflessione su importanti tematiche (la sensibilizzazione, la rappresentanza, il lavoro domestico) ha permesso a tutti i partecipanti di dare un contributo originalissimo di idee e proposte.

Gli ospiti, tra i quali l’Onorevole Mercedes Frias, l’Assessore al Welfare Sociale della regione Toscana Salvatore Allocca, il Presidente di Arci Toscana Gianluca Mengozzi, il Professor Emilio Santoro dell’Università di Firenze, Il giornalista Lorenzo Guadagnucci, fondatore dell’Associazione Giornalisti Contro il Razzismo, hanno interloquito con la platea fornendo spunti e proponendo iniziative.

Per tutti, il concetto della cittadinanza attiva è centrale nel superamento delle diseguaglianze e nell’avanzamento dei diritti per tutte e tutti.
Molti spunti sono poi venuti dalle elaborazioni del Professor Santoro in merito alla costruzione di una legge sul diritto di voto ai cittadini stranieri, basata sull’art.3 della nostra Costituzione. È necessario un vero e proprio cambio di prospettiva, ha detto Santoro, che inauguri la fase di una società post-nazionale, ricca delle proprie diversità.
Originalissima e preziosa la riflessione di un giornalista come Lorenzo Guadagnucci, che individua nel linguaggio e nei meccanismi dei media una causa del dilagare del razzismo della nostra società.
L’assessore Regionale ha poi dato conto dell’attività della Regione Toscana, che insieme alla Puglia, sta lavorando alla costruzione di una legge regionale che estenda il diritto di voto ai cittadini stranieri.
L’onorevole Mercedes Frias ex parlamentare che si occupa da molti anni di questi temi, ha parlato dell’accondiscendenza, che spesso fornisce un alibi agli stranieri per adagiarsi: l’invito per tutti è di partecipare, militare, prepararsi a una cittadinanza attiva che possa migliorare la nostra società.

“È impossibile riportare la ricchezza di un dibattito che ha visto la partecipazione di consiglieri comunali, associazioni di migranti, sindacalisti, attivisti, lavoratrici e lavoratori, studenti e giovani che hanno partecipato attivamente alla discussione” ha raccontato GIliana Mesina segreteria nazionale della Filcams Cgil, “Per la categoria, una giornata davvero importante, che ha arricchito di contenuto le nostre sfide. Cambiare prospettiva si può.”