Lavoro Dopo l`astensione all`Esselunga è toccato alla Pam

07/04/2011

Nuovo sciopero a sorpresa. Dopo quello di sabato all`Esselunga ieri mattina è stata la volta della Pam a Largo Risorgimento, con i lavoratori che all`improvviso hanno intrecciato le braccia per oltre mezz`ora, creando disagi alla clientela. L`adesione è stata grande, ad esclusione di pochi capo reparto e del direttore. Continua la mobilitazione dei lavoratori del commercio nella provincia di Lucca ed in particolare in Versilia per il rinnovo del contratto collettivo nazionale firmato solo da Cisl e Uil. Il rinnovo contrattuale prevede un peggioramento clamoroso su istituti come la malattia, i permessi per i nuovi assunti, a fronte di un aumento contrattuale di miseri 10 euro. Le astensioni dal lavoro, a sorpresa, proseguiranno anche nei prossimi giorni, alla Oviesse, alla Conad alla Lidi. "I sindacati che firmano certi contratti – sostiene il segretario provinciale della Filcams Massimiliano Bindocci – non rappresentano davvero nessuno e Confcommercio e Confesercenti sbagliano a firmare con CISL ed UIL dei contratti truffa". "I contratti – aggiunge il sindacalista devono esssere votati dai lavoratori e su questa posizione la Cgil non mollerà". Domenica a Viareggio sarà allestito uno stand per l`intera giornata e per martedì 18 alle 21 è indetta un` assemblea aperta a tutti i dipendenti del commercio della Viareggio al dettaglio.