Documenti di settore

Lavoro Domestico, emergenza Covid-19, indennità per lavoratrici e lavoratori 28/05/2020

Roma, 28 maggio 2020

Oggetto: indennità per lavoratrici/tori domestici

Il decreto rilancio ha previsto una misura volta a sostenere le/i lavoratrici/tori del settore domestico, l’indennità è riconosciuta per i mesi di aprile e maggio 2020 ed è pari a 500 € per ciascun mese.

Ai fini del riconoscimento del diritto è necessario che la lavoratrice o il lavoratore abbiano in essere uno o più rapporti di lavoro alla data del 23 febbraio 2020, per una durata complessiva superiore a 10.00 ore settimanali e che non siano conviventi col datore di lavoro.

Con il Messaggio nr. 2184/20 l’Inps precisa le condizionalità ai fini dell’accesso all’indennità, non aver usufruito di nessuna delle indennità Covid riconosciute dal decreto Cura Italia e dal decreto Rilancio, non aver usufruito del reddito di ultima istanza, di non essere titolare di pensione, (ad eccezione dell’assegno ordinario di invalidità) non essere titolare di altro rapporto di lavoro dipendente a tempo indeterminato (ad eccezione di un rapporto di tipo intermittente).

L’indennità è compatibile con il reddito o la pensione di cittadinanza e può essere riconosciuta come forma di integrazione fino al raggiungimento del tetto complessivo di 500 €.

Nella domanda la/il lavoratrice/tore dichiara sotto la propria responsabilità di avere le condizioni e i requisiti previsti dalla norma.

La domanda può essere presentata attraverso il patronato Inca-CGIL.

p.la Filcams Cgil Nazionale
Luciana Mastrocola

Messaggio INPS 26/05/2020 n. 2184