“Lavoro” «Che errore i sottosegretari in piazza»

06/11/2006
    luned� 6 novembre 2006

    Pagina 10 – Politica

    DOPO LE CONTESTAZIONI DAMIANO RIBADISCE: NON VOGLIO ESSERE VITTIMA DEL FUOCO AMICO

    �Che errore i sottosegretari
    in piazza contro il ministro�

      Cofferati attacca la sinistra radicale. Giordano: sei un conservatore

        ROMA
        La manifestazione di sabato dei precari a cui ha partecipato un folto gruppo di rappresentanti del governo continua a suscitare polemiche soprattutto a sinistra. Se il centrodestra aveva bollato come �assurdo� e �grottesco� che ad una manifestazione di protesta partecipassero anche esponenti dell’esecutivo, ieri ci sono state le prese di distanza del centrosinistra.

        Mentre il segretario di Rifondazione comunista Franco Giordano sosteneva che �la manifestazione contro la precariet� � andata oltre ogni pi� ottimistica aspettativa�, il sindaco di Bologna Sergio Cofferati, ospite di Lucia Annunziata a� �In mezz’ora�, ha giudicato �incomprensibile che parte del Governo fosse alla manifestazione che ha contestato il ministro Damiano�. Ed ha aggiunto che � stata �una giornata triste che evidenzia una contraddizione irrisolta all’interno del Governo, che pu� portare a danni seri anche se non immediati: al venir meno cio� della coesione necessaria�. Immediata la replica di Giordano che ha dato del �conservatore� a Cofferati. �Il sindaco di Bologna – ha detto Giordano – si � infatti ritagliato su questi temi il ruolo del perfetto conservatore, e devo ammettere che lo recita con grande naturalezza�.

        A fomentare la polemica interna era stato anche il ministro della solidariet� sociale Paolo Ferrero che aveva sostenuto che �sul lavoro e sul precariato si era fatto poco�. Queste critiche, infatti, non sono piaciute al ministro del Lavoro Cesare Damiano che non vuole rimanere vittima del �fuoco amico�. Per Damiano �alcune estremizzazioni, alcuni attacchi violenti riportano al periodo buio degli anni Settanta. Io ci vedo una grande contraddizione – spiega Damiano riguardo alla presenza in piazza anche di alcuni sottosegretari dell’esecutivo – � sconcertante che chi � al governo non si accorga di quanto abbiamo fatto in materia di lotta al precariato. Il fuoco amico mi amareggia, anche perch� si rifiuta o si fa finta di non vedere le cose buone gi� prodotte in materia di lavoro. Non le promesse, ma gli atti, le decisioni, i provvedimenti�.

        Per Pino Sgobio dei Comunisti italiani, che ha appoggiato l’iniziativa di piazza, invece il problema � �superare la legge 30, che rischia di produrre generazioni di lavoratori e pensionati precari�. �La manifestazione – ha continuato Sgobio – ha dimostrato quanto sia urgente affrontare il problema del precariato nel mondo del lavoro e quanto sia necessario adoperarsi, soprattutto dal punto di vista legislativo. Contro la precariet� occorre portare avanti una battaglia decisa e determinata, che punti asuperare la legge Biagi�.

        Dello stesso avviso, ma critico con la manifestazione il ministro delle Infrastrutture Antonio di Pietro secondo il quale �la partecipazione di alcuni esponenti della maggioranza � apparsa deludente e riduttiva, cos� come la posizione del governo nel tirarsi fuori dalle sue responsabilit�. Il responsabile della pessima attuazione della legge Biagi – sottolinea Di Pietro – � oggi solo questo governo. La legge va modificata al pi� presto�.