Lavoro: cgil, in 22 ditte pulizie scuole al via mobilita’ Coinvolti 14.000 lsu, con tagli fondi situazione drammatica

23/10/2010

(ANSA) – ROMA, 23 OTT – La Filcams Cgil denuncia "la drammatica situazione per circa 25mila lavoratrici e lavoratori degli appalti di pulizia degli istituti scolastici a causa della mancanza di fondi di finanziamento e dei tagli previsti dal ministero dell’Istruzione, della ricerca e dell’università".
Per gli Lsu (ex lavoratori socialmente utili) sono già 22 – riferisce il sindacato – le ditte che hanno inviato alle organizzazioni sindacali la comunicazione dell’apertura delle procedure di mobilità, corrispondenti alla totalità della mano d’opera impiegata, quasi 14mila addetti, nelle pulizie delle scuole di ogni ordine e grado. La federazione della Cgil rileva che "nonostante siano già stati messi a bilancio, mancano i fondi per la copertura economica del secondo semestre del 2010 e non c’é traccia di discussione per il proseguo degli appalti per il 2011".(ANSA).