“Lavoro” Call Center: via libera alla proposta della segreteria

23/11/2006
    gioved� 23 novembre 2006

    Pagina 15 – Economia & Lavoro

    CALL CENTER

      Via libera alla proposta della segreteria

        Via libera da parte del direttivo della Cgil – con 87 voti a favore – al documento sui call center proposto dalla segreteria confederale. Il direttivo ha invece detto no (16 voti a favore) al documento alternativo – primo firmatario Dino Greco, e sostegno di Gianni Rinaldini e Giorgio Cremaschi (Fiom) – in cui si chiede il ritiro della firma dall’accordo sulla regolarizzazione dei precari.

        Il direttivo ha dato quindi mandato alla segreteria di inviare una lettera a Confindustria, �auspicabilmente di carattere unitario�, che �utilizzando i nuovi spazi contrattuali aperti dall’avviso comune�, ribadisca che in situazioni come nel caso di Atesia, gli accordi sindacali dovranno essere coerenti con le conclusioni degli ispettori del Lavoro; che il lavoro autonomo deve essere realmente tale in termini di autonomia e orari e non pu� avere costi e diritti inferiori a quelli previsti dal contratto collettivo nazionale; che occorre evitare l’uso improprio dell’apprendistato e che la stabilizzazione deve portare a contratti a tempo indeterminato.