L’aumento colpisce a tavola e in auto

01/02/2006
    mercoledì 1 febbraio 2006

    Pagina 19 – Economia e Finanza

    GLI ITALIANI LAMENTANO I RINCARI ECCESSIVI DI ALIMENTI, VESTITI E BENZINA

      L’aumento dei listini colpisce a tavola e in auto

        Alimentari, benzina e vestiario. Sono questi, secondo gli italiani, i prodotti che nell’ultimo anno hanno registrato gli aumenti di prezzo più vistosi. In base a un’indagine realizzata dall’istituto Ispo di Renato Mannheimer e diffusa da Lista Consumatori, il 36 per cento degli intervistati ha infatti indicato proprio nei generi alimentari i rincari più evidenti. I carburanti seguono al secondo posto, indicati dal 14,8%, mentre l’abbigliamento è al terzo, scelto come categoria principe degli aumenti dal 13% degli intervistati.

        I servizi «casalinghi» (luce, gas e telefono) hanno registrato i rincari maggiori secondo l’8,7 per cento dei consumatori, mentre per l’8,5 per cento il record spetta a frutta e verdura. «È interessante notare – afferma Lista Consumatori – come ai primi 5 posti vi siano generi di acquisto o uso quotidiano, come alimentari, frutta, verdura, benzina, abbigliamento, luce, telefono».

        L’indagine – spiega la Lista – «è stata commissionata per comprendere meglio la percezione che i cittadini hanno degli aumenti, ed individuare i settori più colpiti dal carovita sui quali intervenire con urgenza al fine di adottare provvedimenti in grado di far diminuire i prezzi».