Landini Calzature, esito incontro mobilità 12/12/2018

Roma 14.12.2018

Lo scorso 12 dicembre si è svolto l’incontro con la Società ai fini dell’esame congiunto in relazione alla procedura di licenziamento collettivo, avviata dall’azienda il 12 novembre u.s., che prevede la cessazione dell’attività con conseguente chiusura di tutti i punti vendita.
La Società ha depositato in data 15 novembre il concordato in bianco, pertanto ad oggi tutti i crediti antecedenti, inclusi le rate previste da precedenti accordi di mobilità, sono congelati.
Da parte nostra abbiamo espresso fortissime criticità circa la gestione della procedura, avvenuta senza alcun preavviso, nonostante le relazioni sindacali avviate e forti preoccupazioni per le lavoratrici impiegate nei punti vendita già chiusi, a procedura avviata, che si sono trovate in ferie forzate senza alcun preavviso.
Abbiamo richiesto maggiori informazioni circa la situazione debitoria complessiva dell’azienda, le tempistiche di chiusura e la disponibilità di liquidità per il pagamento delle retribuzioni e TFR.
La Società, in attesa della relazione del commissario, non è in grado di dettagliare la situazione debitoria, ma ha dichiarato di essere in grado di pagare regolarmente le retribuzioni che matureranno dopo il 15 novembre e ha espresso rassicurazioni circa il pagamento dei debiti verso i lavoratori e lavoratrici all’interno della procedura concorsuale.
Abbiamo concordato che saranno predisposti piani di smaltimento di ferie e rol a livello di negozio per garantirne la fruizione e per non aggravare la situazione debitoria già pesante della Società.
La fase sindacale si concluderà in data 26 dicembre con un mancato accordo, ma proseguiremo la discussione nell’ambito della procedura nell’incontro fissato per il prossimo 11 gennaio.

Per La FILCAMS CGIL
Alice Romano (Filcams Milano)