L’accordo

21/06/2010

La consultazione
Domani i lavoratori del gruppo automobilistico saranno chiamati a esprimersi sull’accordo, a cui la Fiat ha subordinato 700 milioni di investimenti per portare la produzione della Panda nello stabilimento campano
Le posizioni
L’intesa è stata firmata da tutte le sigle sindacali esclusa la Fiom, che ne ha contestato i profili di illegittimità e incostituzionalità per gli aspetti legati al diritto di sciopero e al contrasto dell’assenteismo. L’ad del Lingotto, Sergio Marchionne, ha ribadito con estrema chiarezza l’intenzione di procedere solo di fronte a un consistente successo dei sì al referendum
Il rischio
In caso contrario via da Pomigliano, cui spetterebbe la stessa sorte già segnata per lo stabilimento siciliano di Termini Imerese. L’aut aut ha alimentato polemiche e ha messo a dura prova la tenuta delle relazioni sindacali anche tra Fiom e la sigla confederale Cgil