La voglia di novità hi-tech manda in soffitta la crisi

30/06/2003



        Lunedí 30 Giugno 2003
        ITALIA-ECONOMIA


        La voglia di novità hi-tech manda in soffitta la crisi

        Distribuzione – Primo semestre positivo per le catene di negozi di elettronica di consumo e di elettrodomestici


        Volano le vendite nelle catene distributive dedicate agli elettrodomestici e all’elettronica di consumo. Tra i prodotti più acquistati dagli italiani ci sono tv, foto e videocamere digitali, tv Lcd e al plasma, lettori Dvd e gli immancabili telefonini. Ma anche frigo, congelatori e climatizzatori. Spesso con l’aiuto di finanziamenti a "tasso zero" e della rottamazione dell’usato. Questo è lo scenario che emerge dalle rilevazioni di Gfk e dalle risposte dei responsabili delle principali insegne del settore.
        Il traino del digitale. I primi quattro mesi del 2003 sono andati molto bene. A maggio c’è stata una brusca frenata su tutti i settori ma a giugno ecco il ritorno delle vendite, trainate non solo dal condizionamento ma anche dal digitale e dai grandi elettrodomestici. Il primo semestre è andato così per Maurizio Motta, direttore commerciale Media Market (Mediaworld e Saturn) che per la seconda metà dell’anno si dice mediamente ottimista. Motta prevede che faranno da volano i prodotti tecnologici come i Dvd R (masterizzatori di Dvd che sostituiranno i videoregistratori), tv Lcd e al plasma e la vendita di abbonamenti alla pay tv Sky Italia che dovrebbe rivitalizzare il settore. Inoltre dovrebbe scendere il prezzo dei film su Dvd, con un rafforzamento delle vendite. Per l’insegna Expert le vendite sono state buone, anche se a giugno si è verificato un forte rallentamento della domanda di prodotti di elettronica non stagionali, compensati dalla corsa ai climatizzatori. A dirlo è Roberto Omati, direttore commerciale di Serta Expert. Per la seconda metà dell’anno Omati prevede «un forte impulso alle vendite grazie al digitale nei prodotti audio-video-foto. Inoltre è molto probabile che prodotti "status simbol" come gli schermi tv Lcd o al plasma, il cui prezzo diventa sempre più accessibile, alimentino il processo di sostituzione dei vecchi tv». Anche Roberto Mazzonzelli, direttore marketing di gruppo Gre, con insegne Trony e Sinergy, è soddisfatto. «Per quanto ci riguarda il mercato non è andato male, ma è cambiato il mix di vendita con l’esplosione degli acquisti dei prodotti digitali» sottolinea Mazzonzelli. Aumenta lo scontrino medio e, il manager, per il prossimo futuro si dice ottimista anche se per il bianco le cose non vanno «esageratamente bene», perché è un mercato di rimpiazzo. Nel bianco tengono frigoriferi e lavabiancheria, spiega Alessandro Bertocco, direttore generale di Euronics Italia, mentre lavastoviglie e piani cottura calano. Il gran caldo ha messo le ali alle vendite dei climatizzatori e nell’intrattenimento domestico e la catena registra la flessione i videoregistratori e il decollo dei tv Lcd e al plasma. Lorenzo Bertini, direttore acquisti e mercati di Auchan gruppo Rinascente, prevede che la domanda di condizionatori resterà sostenuta ed evidenzia un trend favorevole per gli elettrodomestici di "classe A", quelli con una migliore efficienza energetica, e tra i piccoli elettrodomestici un forte incremento della domanda di macchine da caffè, barbecue e bistecchiere, frullatori e robot oltre a prodotti per la cura della persona. Nei prossimi mesi sono considerati prodotti ad alta vendibilità i lettori Mp3, i sintolettori cd per auto, ricevitori satellitari e i piccoli schermi tv, anche Lcd.
        Il budget familiare. Vendite definite molto positive in Carrefour. Giovanni Augusti, della direzione acquisti no food, ricorda che in giugno le famiglie iniziano a destinare parte del budget alle vacanze. L’insegna registra un innalzamento della domanda qualitativa generale, accompagnato dall’espansione di famiglie merceologiche come quelle per la cura della persona o della bellezza, che prima erano mero appannaggio del dettaglio o dello specialista. L’insegna Coeco elettrodomestici è presente con una rete di negozi medio-piccoli. Matteo Romano, direttore commerciale, ritiene che le famiglie hanno "consumato" nel primo semestre il budget a disposizione, acquistando condizionatori e prodotti del freddo. Per questo motivo Romano prevede, per il prossimo semestre, un trend non particolarmente positivo, con difficoltà per i piccoli elettrodomestici, lavaggio e piani cottura. Infine Pascal Reinhart, direttore commerciale di Fnac Italia, si dice soddisfatto dell’andamento del digitale e ritiene che la domanda di fotocamere e videocamere digitali si concentrerà nelle prossime settimane, prima delle vacanze, e nell’ultimo quadrimestre.

        ENRICO NETTI