La strategia Autogrill e le abitudini del mercato

05/03/2010

La strategia anticrisi con la quale Gianmario Tondato intende affrontare il 2010 – rafforzamento patrimoniale, riduzione dei debiti, più investimenti -, anno che per il numero uno di Autogrill promette comunque «moderatamente bene», è stata accolta da una sventagliata di vendite e un ribasso del 3%. A un titolo come quello della società della ristorazione controllata dalla famiglia Benetton, a lungo e non a torto considerato una «macchina da utile», il mercato pare non perdoni oggi la mancata distribuzione del dividendo, che sarà destinato a riserva. Ma di scelte da buon padre di famiglia oggi come ieri, e come se nulla fosse accaduto nel frattempo, la Borsa sembra non voglia sentir parlare. Anche se i debiti sono scesi a 1,93 miliardi da 2,16. Il 2010 «sarà un anno di rafforzamento patrimoniale», una scelta molto «prudente» e che, comunque, «non durerà all’infinito», ha promesso Tondato.