La Stampa – Carrefour chiude, si fermano i 59 dipendenti a rischio

28/01/2017

Sciopero dei lavoratori Carrefour di Trofarello investiti in pieno dall’annuncio dell’azienda «col quale – dice Fabrizio Nicoletti della Filcams Cgil – ci è stato comunicato che il punto vendita chiuderà e 59 persone rimarranno senza lavoro». Si comincia stamattina alle 8 (a livello nazionale lo sciopero è stato proclamato per due giorni) e la protesta andrà avanti su tutti i turni, sino all’orario di chiusura, alle 20.1 dipendenti si riuniranno in via Torino 236 nel piazzale di fronte al supermercato. Lo sciopero rientra nell’ambito dell’agitazione proclamata dai sindacati in tutto il gruppo Carrefour per oggi e domani. Tutta colpa dell’annuncio della multinazionale di una ristrutturazione che comporta la chiusura di tre punti vendita, uno in Campania e due in Piemonte, (Borgomanero e Trofarello), con un esubero complessivo di 500 lavoratori.«A Trofarello – spiega Nicoletti – restano a casa 59 lavoratori con le famiglie da mantenere. Non è più possibile subire decisioni aziendali che non tengono conto delle conseguenze sociali delle proprie scelte inique. Per questo diremo basta con una giornata di sciopero». E ancora: «Non è possibile che un anno fa sia stato prospettato ai dipendenti di alcuni punti vendita di sperimentare l’orario continuato h24 per aumentare fatturato e occupazione e un anno dopo annunciare la chiusura di una sede». Stamattina al presidio ci sarà anche il M5S: «Saremo presenti con una nostra delegazione – dice la capogruppo Anna Friscia – per stare vicini ai lavoratori e alle loro famiglie». I sindacati si augurano «che almeno alcuni dei lavoratori possano essere ricollocati in altri punti vendita»