La somministrazione di lavoro e gli accordi e le normative sul lavoro interinale

L’articolo 85 del D.Lgs.10 settembre 2003, n.276 ha abrogato gli articoli dall’1 all’11 della legge 24 giugno 1997,n.196 (la cosiddetta legge Treu), che normavano il lavoro temporaneo (interinale).
In sostituzione di tale istituto la nuova Legge introduce la somministrazione di lavoro che assume due forme diverse:

  • la somministrazione a tempo determinato (che è il sostituto del lavoro temporaneo);
    Le clausole dei contratti collettivi nazionali di lavoro stipulate ai sensi dell’art. 1, comma 2, lett. a), della legge 196/97 e vigenti alla data di entrata in vigore del D.Lgs. n. 276/2003, mantengono però, in via transitoria e salve diverse intese, la loro efficacia fino alla scadenza dei contratti collettivi nazionali di lavoro, con esclusivo riferimento alla determinazione per via contrattuale delle esigenze di carattere temporaneo che consentono la somministrazione di lavoro a termine.
    Per questo motivo continuiamo a riportare nelle note che seguono la normativa sul lavoro interinale in quanto utile a comprendere l’evolversi del dettato legislativo e contrattuale e per quanto troverà ancora applicazione nei prossimi mesi.

    Gli accordi e le normative sul lavoro interinale

    Il lavoro interinale è stato introdotto in Italia dalla Legge 24 giugno 1997 n. 196. La Legge fa seguito all’accordo del 23 Luglio 1993 in cui le parti sociali approvano la definizione di una norma legislativa. Dall’approvazione delle Legge numerosi sono stati gli atti legislativi e della prassi amministrativa che hanno modificato e/o chiarito le modalità di applicazione della Legge stessa.
    Eccone un sunto:

    1993
    Decreto Amato: primo via legislativo al lavoro interinale. Il decreto viene fatto decadere.
    Accordo sul costo del lavoro: approvazione delle OO.SS. all’introduzione del lavoro interinale.
    1993/1995
    Presentazione di diversi ddl: Giugni, Mastella, Treu
    1996
    Patto per il lavoro: definizione OO.SS – Associazioni Imprenditoriali e Governo delle regole per l’interinale.
    1997
    Approvazione delle Legge 24 giugno 1997 n. 196: introduzione del lavoro temporaneo in Italia;
    DM 379 n. 381 e n. 382: istituzione dell’albo delle società di fornitura;
    5 novembre: Circolare min. lav. n. 141: prime istruzioni applicative della legge;
    1998
    16 aprile: Accordo interconfederale
    28 maggio: Ccnl Alai-CISL/CGIL-NidiL/CPO-UIL e Confinterim
    15 luglio:Circolare INPS n.153 sugli aspetti previdenziali
    23 ottobre: Circolare INPS n. 224 sulle prestazioni di malattia e maternità
    1999
    31 maggio: DM individuazione delle lavorazioni vietate
    14 settembre: avvio della verifica dopo i due anni
    22 novembre: accordo Alai-CISL/CGIL-NidiL/Cpo-UIL e CONFINTERIM su linee
    della verifica.
    23 dicembre: Art.64 L.488 – manovra finanziaria 2000 modifiche alla L.196/97
    24 dicembre: circolare n. 83 Ministero del Lavoro – Agenzie di fornitura e collocamento
    2000
    18 aprile: accordo quadro Alai-CISL/CGIL-NidiL/Cpo-UIL e CONFINTERIM su Ente Bilaterale e Fondo Formazione
    26 Settembre 2000: protocollo d’intesa presso Ministero del Lavoro riconoscimento del CCNL e degli accordi successivi da parte di AILT
    7 Novembre 2000: autorizzazione Ministero del Lavoro statuto Fondo Formazione
    Dicembre 2000: art.117 Legge finanziaria 2001(modifica all’art.10 Legge 196/97/lavoro domestico)
    2002
    23 settembre: rinnovo Ccnl Alai-CISL/CGIL-NidiL/CPO-UIL e Confinterim e Ailt
    2003
    10 settembre: D.Lgs. 276 – Attuazione delle deleghe in materia di occupazione e mercato del lavoro, di cui alla legge 14 febbraio 2003, n. 30.
    abrogazione delle norme che regolavano:
    - l’appalto di manodopera, legge 1369, in precedenza sottoposto a rigorose limitazioni e ad un regime sanzionatorio particolarmente penalizzante per le imprese
    - il lavoro temporaneo o interinale ( artt. da 1 a 11, legge n. 196/1997 ), che viene completamente sostituito dal nuovo istituto.
    27 ottobre: accordo di estensione del CCNL 23/9/2002 alle imprese di somministrazione di lavoro a tempo determinato.
    2007
    24 dicembre: L. 247 – Abolizione del contratto di somministrazine a tempo indeterminato – di cui al titolo III, capo I, DLgs. 276/2003


    Inoltre, come previsto dalla Legge, in ogni contratto nazionale di lavoro sono state definite causali, percentuali, qualifiche ammesse al lavoro interinale.