La Sicilia privatizza le terme

14/03/2007
    mercoledì 14 marzo 2007

    Pagina 20 – Turismo

      Sciacca-Acireale.
      La Sicilia privatizza le terme

        di Andrea Naselli

          È stato avviato il percorso verso la privatizzazione delle aziende termali di Sciacca e Acireale. La quarta commissione dell’assemblea regionale siciliana ha approvato, nei giorni scorsi, il disegno di legge che farà transitare le terme dalla mano pubblica a quella privata. Una scelta che era nell’aria da diversi anni, ma che soltanto ora viene concretizzata in un percorso legislativo.

          Il personale delle due aziende termali transiterà, a esaurimento, in un ruolo unico della regione. Successivamente sarà comandato, in posizione di distacco, presso le società per azioni che saranno costituite sulle due aziende termali che nasceranno senza i debiti pregressi, i quali verranno lasciati alle aziende autonome. Queste ultime resteranno in vita per gestire la fase liquidatoria.

          Le spa, nate senza l’appesantimento della situazione debitoria precedente, potranno avviare il percorso di collocamento delle azioni sul mercato. Momentaneamente, però, le azioni verranno intestate tutte alla regione che, in attesa del collocamento, rimarrà l’unico azionista. A esso il disegno di legge passa all’assemblea regionale, che lo dovrà approvare, chiudendo una vicenda di crisi che si protrae da anni. (riproduzione riservata)

        .