La salute prima di tutto, il protocollo tra governo e parti sociali

17/03/2020
FilcamsCgil_SaluteSicureza_big

Il 14 marzo scorso Cgil, Cisl e Uil hanno sottoscritto un protocollo condiviso tra governo e parti sociali perché in tutti i luoghi di lavoro ci siano condizioni di sicurezza per lavoratrici e lavoratori.
Il testo è stato approvato da Confindustria, Confapi, Rete Imprese Italia, Alleanza delle
Cooperative, Confservizi, e anche da Federdistribuzione.
Sanificazione, protezioni individuali, ammortizzatori sociali, riduzione e sospensione delle attività: la salute di chi lavora è un’assoluta priorità che deve precedere qualunque altra considerazione economica o produttiva.

Nell’accordo è stato previsto il coinvolgimento dei lavoratori e delle loro rappresentanze a livello aziendale o territoriale per garantire una piena ed effettiva tutela della loro salute, se un’azienda non rispetta il dovere di messa in sicurezza, la Rsu o le organizzazioni sindacali territoriali di categoria ricorreranno a tutti gli strumenti di azione sindacale perché la salute viene prima di tutto.

Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro