La Rinascente, Smafin, Indis, Iper Marche, Nikelia, Accordo premio di risultato 11/10/2002

VERBALE DI ACCORDO

Il giorno 11 ottobre 2002, in Roma, presso la Sede della Confcommercio

tra

la RINASCENTE S.p.A., SMAFIN s.r.l., INDIS s.r.l. e IPER MARCHE s.r.l. NIKELIA S.p.A.,

e

le Segreterie Nazionali di FILCAMS-CGIL, FISASCAT-CISL, UILTUCS-UIL, si è ; svolto un confronto in materia di quota di salario variabile relativa agli anni 2001 e 2002 per quanto riguarda gli ambiti applicativi delle previgenti contrattazioni Rinascente – Sma 10.04.96, Migliarini 19.02.97, Sigros-Indis 15.07.97, Colmark del 6.12.97 come modificato dai verbali del 21.05.99 e 9 settembre 99 e Nikelia

Le parti hanno convenuto, in data 9 maggio 2001, che i livelli di efficienza conseguibili con l’anno 2001 sarebbero stati oggetto del confronto in corso, in relazione al rinnovo della contrattazione integrativa aziendale.

Le parti hanno inoltre considerato che la parte economica per le unità di vendita rientranti nell’ambito applicativo degli accordi Auchan Ipermercati del 10.03.98 e Rio 25.01.96 ha avuto corrente applicazione e che quindi sono escluse da quanto stabilito tramite il presente verbale di accordo,. Hanno altresì esaminato i dati derivanti dall’ applicazione dei meccanismi di salario variabile previsti dalle altre precedenti contrattazioni oggetto del presente rinnovo.

In considerazione della definizione nel nuovo Accordo Integrativo Aziendale di differenti meccanismi di calcolo per i criteri di efficienza conseguibili, convengono che la quota salariale variabile per gli anni 2001 e 2002 sarà ; calcolata redistribuendo la media delle quote determinata a livello di unità di vendita per effetto della applicazione dei vecchi meccanismi di calcolo previsti dai contratti Rinascente – Sma 10.04.96, Migliarini 19.02.97, Sigros-Indis 15.07.97, Colmark del 6.12.97 come modificato dai verbali del 21.05.99 e 9 settembre 99, Nikelia

A seguito della particolare situazione economico finanziaria della Upim, la stessa divisione determinerà la propria quota tramite la media dei risultati conseguiti dai propri magazzini.

Le parti hanno verificano che i citati meccanismi di calcolo previsti dai contratti indicati nel precedente terzo capoverso e applicati secondo i criteri convenuti danno luogo all’erogazione nei relativi ambiti di applicazione delle seguenti quote salariali variabili lorde una tantum nel corso della mensilità di seguito indicate:

Quota da erogare nel mese di novembre 2002

Divisione Upim:  250;

Divisione Grandi Magazzini:  300;

Divisione Super:  300;

Divisione Iper (Indis – Iper Marche ed ex Città Mercato):  300;

Divisione Centrali Corporate  300.

Quota da erogare nel mese di gennaio 2003

Divisione Upim:  100;

Divisione Grandi Magazzini:  200;

Divisione Super:  200;

Divisione Iper (Indis – Iper Marche ed ex Città Mercato):  200;

Divisione Centrali Corporate  200.

Tenuto conto della situazione della divisione Upim, le parti convengono che, con la mensilità di febbraio 2005, sarà erogata ai dipendenti di tale divisione una quota di 150 euro lordi a fronte del conseguime nto di un risultato economico divisionale dell’anno 2004 migliore rispetto ad una perdita di 1,5 milioni di euro.

Le predette quote saranno erogate ai lavoratori in servizio nel mese di erogazione con contratto a tempo a tempo indeterminato, di formazione e lavoro e di apprendistato e saranno riproporzionate in funzione dell’orario contrattuale individuale.

Le suddette quote saranno erogate in proporzione alla quota di anzianità maturata nell’anno 2002 secondo le seguenti misure:

    • in misura intera per coloro che alla data di erogazione avranno un’ anzianità pari o superiore a 9 mesi;
    • in misura del 75% per coloro che alla data di erogazione avranno un’ anzianità compresa tra 6 e 8 mesi;
    • in misura del 50% per coloro che alla data di erogazione avranno un’ anzianità compresa tra 2 e 5 mesi;
    • in misura del 20% per coloro che alla data di erogazione avranno un’ anzianità inferiore ai 2 mesi.

Le suddette quote saranno assorbite dalle erogazioni eseguite negli anni 2002 e 2001 a titolo di “bonus variabili” e ”bonus periodali non variabili” di cui rispettivamente alle lettere b) e c) del punto 2 della contrattazione Sigros-Indis del 19.12.94.

Le parti si danno atto che le suddette erogazioni esauriscono e adempiono ad ogni effetto ogni previsione relativa alle quote di salario variabile legata alla produttività degli anni 2001 e 2002 salvo quanto previsto dal presente accordo.

Letto confermato e sottoscritto

per le Società Filcams- CGIL

Fisascat-CISL

Uiltucs-UIL