La Rinascente, Riper, Centri Commerciali Moderni, affitto ramo d’azienda art. 47 L. 428/90, Accordo 21/05/1998

Verbale di accordo

Il giorno, 21 maggio 1998 a Roma

tra

La Rinascente S.p.A.
la Riper s.r.l.
la Centri Commerciali Moderni s.r.l.
rappresentate dai Sigg. Mazza Giovanni, Fava Alessandro, Fossati Fausto e Stronati Giuliano

e

le Segreterie Nazionali e provinciali di Torino, Milano, Brescia e Taranto di Filcams, Fisascat e Uiltucs rappresentate, rispettivamente, dai Sigg. Corraini Ivano, Marchetti Mario, Paolini Pierluigi

si è svolto un incontro ai sensi di quanto previsto dall’art. 47 comma 2° della legge 29.12.90 n. 428, al fine di esperire l’esame congiunto, relativo ai programmati trasferimenti di ramo d’azienda degli esercizi commerciali con formula ipermercato e insegna Città Mercato ubicati in Roncadelle, Venaria, Taranto, e Vimodrone, già comunicati dalle citate società ai sensi dell’art. 47 comma 1 della legge 428/90.

Premesso che

la RINASCENTE S.p.A (in qualità di società affittante) e la CENTRI COMMERCIALI MODERNI s.r.l. (in qualità di società affittuaria) hanno comunicato l’intenzione di stipulare i contratti di affitto di ramo d’azienda tramite distinti atti relativi agli esercizi commerciali con formula Ipermercato e con insegna “Città Mercato” di seguito indicati con effetto programmato alle date di seguito indicate in corrispondenza di ogni esercizio commerciale:

Città Mercato di Roncadelle via E. Mattei 37/39-effetto programmato dal 25.05.98
Città Mercato di Venaria Reale, Corso Toscana-effetto programmato dal 22. 06.98
Città Mercato di Taranto, via per 5. Giorgio Jonico 10 -effetto programmato entro luglio 98

la RIPER S.p.A. (in qualità di società affittante) e la RINASCENTE S.p.A (in qualità di società affittuaria) intendono risolvere consensualmente l’esistente contratto di affitto d’azienda con effetto programmato dal 01.06.98 relativamente all’esercizio commerciale con formula Ipermercato e con insegna Città Mercato sito in Vimodrone S.S. 11 Km 292 ; inoltre, con effetto programmato dalla stessa data la RIPER s.r.I. (in qualità di società affittante) e la CENTRI COMMERCIALI MODERNI s.r.l. (in qualità di società affittuaria) hanno intenzione di stipulare un nuovo contratto di affitto del medesimo ramo d’azienda relativo all’esercizio commerciale con formula Ipermercato e con insegna Città Mercato ubicato in Vimodrone.

dopo ampia ed approfondita discussione le parti concordano quanto segue:

I programmati trasferimenti di ramo d’azienda tramite contratti di affitto di ramo d’azienda o tramite risoluzione dell’esistente contratto d’affitto di ramo d’azienda e contestuale stipula di un nuovo contratto d’affitto di ramo d’azienda – costituiscono ipotesi di trasferimento di ramo d’azienda regolate dall’art. 2112 c.c. nel testo modificato dall’art. 47 comma 3° della legge 29.12.90 n. 428.

Pertanto, a decorrere dalle rispettive date dei programmati trasferimenti di ramo d’azienda, i dipendenti che a tale data risulteranno in forza presso i citati ipermercati “Città Mercato” di Roncadelle, di Venaria e di Taranto passeranno alle dipendenze della Società CENTRI COMMERCIALI MODERNI s.r.l. senza alcuna interruzione dei rispettivi rapporti di lavoroe con conservazione di tutti i diritti che ne derivano.

Rinascente S.p.A.
Analogamente, relativamente all’esercizio commerciale Città Mercato di Vimodrone – per il combinato effetto della risoluzione del contratto di affitto esistente tra RIPER s.r.l. e della RINASCENTE S.p.A. e della stipula di un nuovo contratto di affitto tra R1PER s.r.1. e CENTRI COMMERCIALI MODERNI s.r.l. – i dipendenti che alla data del doppio trasferimento d’azienda risulteranno in forza presso la citata unità di vendita Città Mercato di Vimodrone, passeranno alle dipendenze della società CENTRI COMMERCIALI MODERNI s.r.l. senza alcuna interruzione dei rispettivi rapporti di lavoro e con conservazione di tutti i diritti che ne derivano.

A seguito della stipula dei contratti di affitto d’azienda o, relativamente alla Città Mercato di Vimodrone, a seguito del doppio trasferimento di ramo d’azienda, in ragione della continuità dei rapporti di lavoro ai sensi dell’art. 2112 c.c., per i quattro esercizi conimmerciali citati si produrranno i seguenti effetti:

1.Tutti i rapporti di lavoro dei lavoratori in forza presso i citati rami d’azienda alla data del trasferimento continueranno con la società affittuaria con conservazione di tutti i diritti che ne derivano, ai sensi dell’art. 2112 c.c.

2.le quote di TFR accantonate, i ratei di ferie e permessi individuali retribuiti, di 13a e 14a mensilità maturati e non goduti non verranno liquidati e verranno trasferiti alla Società CENTRI COMMERCIALI MODERNI s.r.l.;

3.gli scatti di anzianità maturati verranno conservati in identica voce; l’anzianità maturata sarà utile ai fini della maturazione del prossimo scatto;

4.la società affittuaria CENTRI COMMERCIALI MODERNI s.r.l. applicherà il CCNL per i dipendenti da aziende del terziario, della distribuzione e dei servizi vigente.

5.inoltre, la Società CENTRI COMMERCIALI MODERNI s.r.l. applicherà la contrattazione collettiva aziendale vigente per la società la Rinascente S.p.A. con gli impegni ivi previsti; in particolare, per la Città Mercato di Taranto, la CENTRI COMMERCIALI MODERNI s.r.l. applicherà i trattamenti economici e normativi risultanti dalla contrattazione collettiva aziendale applicata nella stessa Città Mercato di Taranto da la Rinascente S.p.A. nelle modalità e nei termini previsti dal verbale di accordo del 29.05.1997 che continuerà pertanto ad essere integralmente applicato.

La società affittuaria applicherà ogni trattamento economico e normativo di fonte extracontrattuale applicato da la Rinascente S.p.A.

Nei casi di cessazione del contratto di affitto d’azienda per qualunque causa (scadenza del termine, risoluzione ecc.) i rapporti di lavoro del personale in forza proseguiranno senza alcuna interruzione con la Rinascente S.p.A., con conservazione di tutti i diritti maturati alla data del trasferimento, ai sensi dell’art. 2112 c.c.;

Nel caso di liquidazione della società affittuaria o di riduzioni collettive di personale da parte della società affittuaria, anche tramite ricorso alla procedura di mobilità ai sensi della legge 223/91, gli stessi lavoratori in forza alla società affittuaria saranno riassunti dalla Rinascente S.p.A. (Gruppo)

In tema di relazioni sindacali, continuerà ad essere applicato il sistema di relazioni sindacali della Rinascente S.p.A.

Pertanto, la società affittuaria applicherà nelle unità produttive a tutti gli effetti le medesime condizioni previste per i lavoratori dipendenti della Rinascente S.p.A.

Nel caso in cui il Gruppo Rinascente non mantenesse il controllo della società affittuaria o in caso di successivo trasferimento d’azienda, i dipendenti della società affittuaria, saranno trattati come se si trasferisse un ramo d’azienda de la Rinascente S.p.A.

La gestione dei rami di azienda citati da parte della Centri Commerciali Moderni s.r.l. tramite contratto di affitto è programmata con durata annuale, rinnovabile solo previa consultazione sindacale; in ogni caso, allo scadere del contratto i lavoratori interessati saranno riassunti da la Rinascente S.p.A. ai sensi dell’art. 2112 c.c.

Con la sottoscrizione del presente verbale di accordo le parti si danno reciprocamente atto di aver esperito a tutti gli effetti le procedure previste dall’art. 47 della legge 29.12.90 n. 428.

La Rinascente S.p.A.FILCAMS

Riper s.r.l.FISASCAT

Centri Commerciali Moderni s.r.l.UILTUCS