“LA MOBILITÀ NON È UN VALORE”

20/10/2009

20 ottobre 2009

“La mobilità non è un valore”

“Non credo che la mobilità sia un valore: credo al posto fisso, è la base su cui organizzare un progetto di vita e di famiglia” è quanto ha dichiarato ieri il Ministro dell’economia Giulio Tremonti durante il convegno della Banca Popolare di Milano. Vicini a lui i tre segretari generali Angeletti, Bonanni ed Epifani plaudono le sue parole. Il segretario della Uil soddisfatto afferma: “sembrava uno dei nostri iscritti”. “Precari e flessibili devono essere pagati di più e avere più garanzie e in Italia si fa il contrario” è quanto dichiara il segretario della Cisl; dal numero uno della Cgil, invece, arriva una domanda: “Cosa ne pensa la Confindustria delle parole del ministro?”
Polemico il Pd che ricorda al ministro i precari della scuola e dalla destra arrivano le critiche del ministro della Pubblica istruzione Brunetta “una ricetta del secolo scorso”.