La francese Marionnaud acquista in Toscana catena di profumerie

27/09/2000

loghino.gif (3272 byte)

ombraban.gif (478 byte)


Mercoledì 27 Settembre 2000
italia – economia
La francese Marionnaud acquista in Toscana una catena di profumerie

MILANO Lo scenario commerciale dei profumi in Italia si arricchisce di un nuovo protagonista. Nei giorni scorsi il gruppo francese Marionnaud è ufficialmente sbarcato sul mercato italiano mediante l’acquisto di 35 punti di vendita in Toscana, di cui una decina in affiliazione commerciale.

Le profumerie acquisite da Marionnaud hanno diversi marchi, tra i quali quello di maggior peso nell’area è «La Chiocciola». Complessivamente la società francese ha acquisito attività commerciali che nel corso dello scorso anno hanno realizzato un volume di vendite stimato in 25,5 milioni di euro (circa 50 miliardi di lire). Gli addetti delle profumerie ammontano complessivamente a poco meno di 200 unità.

La Marionnaud ha ufficialmente attribuito alla operazione italiana un valore strategico elevato. Intanto la recente acquisizione di Aroldo e Parfumerie principale ha consentito di portare Marionnaud a posizioni di rilievo in Svizzera, con una quota di mercato stimata intorno al 18 per cento.

In secondo luogo, l’ingresso in Italia viene visto da Marionnaud come un passo importante nell’ambito delle strategie di sviluppo a livello internazionale. A questo proposito Marionnaud si prepara a varare alla Borsa di Parigi (Secondo mercato) una maxirichiesta di capitali, con l’emissione di azioni da cento milioni di euro.

Marionnaud ha una posizione di rilievo in Francia, dove controlla una rete di circa 200 profumerie cui si aggiungono una ventina di grandi superfici di vendita. La società sta perseguendo un intenso programma di acquisizioni in Francia, per consolidare la presenza in tutte le aree, dopo aver raggiunto una posizione leader nella regione di Parigi. Il giro d’affari consolidati si aggira intorno ai 400 miliardi di lire. La società ha accelerato negli ultimi anni, sull’onda dello sviluppo della rete e dell’inizio del processo di internazionalizzazione.

Infine, nel nostro Paese operano diversi grandi gruppi specializzati nella distribuzione di profumi su scala internazionale come Limoni, Douglas e Sephora.

R.E.