LA FILCAMS CGIL PALERMO ED I DIPENDENTI DELLA SEDE DI PALERMO DELLA SOCIETÀ SELFIN PROCLAMANO LO SCIOPERO AD OLTRANZA

29/09/2010

29 settembre 2010

La Filcams Cgil Palermo ed i dipendenti della sede di Palermo della società Selfin proclamano lo sciopero ad oltranza

La Filcams Cgil Palermo ed i dipendenti della sede di Palermo della società Selfin S.p.A. proclamano lo sciopero ad oltranza.

Le lavoratrici ed i lavoratori della Selfin, società nazionale d’eccellenza nell’ambito della progettazione e consulenza informatica, attiva a Palermo dal 1995, con numerosi clienti della Pubblica Amministrazione, soprattutto in ambito sanitario, non percepiscono gli stipendi da ben otto mesi.
L’azienda, in procedura di liquidazione dal novembre dello scorso anno, è in trattativa per la cessione del ramo d’azienda operante nell’ambito sanitario e dei beni culturali. La trattativa, attualmente in fase di stallo, prevede il passaggio in una prima fase di soli 35 dipendenti (di cui 10 assunti su Palermo) con la possibilità, se l’operazione di cessione lo consentirà, di incrementare tale numero.
I venti dipendenti della sede di Palermo, che fino ad oggi hanno prestato la propria attività lavorativa, nonostante le oggettive difficoltà, ma garantendo gli alti livelli di assistenza di sempre ai clienti, intendono dare ora un segnale forte a tutte le parti coinvolte in quest’ennesima dolorosa vertenza, affinché si trovi un rapido e dignitoso accordo, con conseguente ripristino della normale corresponsione degli stipendi.