LA FESTE NON SI VENDE – AL VIA LA CAMPAGNA DELLA FILCAMS CGIL NAZIONALE

16/02/2011

16 dicembre 2011

La Feste non si vende
Al via la Campagna della Filcams Cgil Nazionale

È partita ufficialmente la Campagna Nazionale itinerante per la regolarizzazione delle aperture domenicali e festive nel settore del commercio lanciata dalla Filcams Cgil.
Prima tappa a Roma, dove la Filcams Cgil Roma e Lazio ha organizzato un’iniziativa pubblica per discutere, insieme a gli assessori comunali e regionali competenti, agli esponenti politici locali e alle parti sociali e datoriali interessate, il modello distributivo della Regione.
La Filcams Cgil vuole realizzare e diffondere una nuova cultura del consumo basata sulla qualità, sulla programmazione e sulla sostenibilità.
“Nel Lazio” afferma la Filcams Cgil Roma e Lazio “la mancanza di vincoli e limiti precisi, ha provocato una sviluppo e la moltiplicazione infinita di forme distributive di ampie dimensioni, con un’illogica liberalizzazione delle aperture domenicali/festive e dei nastri orari.”
Un disordine generalizzato, quindi.
“Per questo è indispensabile che le parti sociali e le istituzioni locali costituiscano quanto prima un Tavolo di confronto con l’obiettivo di realizzare una profonda revisione della legge Regionale del Commercio che includa una più determinata e equilibrata regolamentazione della materia.”
La Filcams avanza proposte concrete, tra cui: l’elaborazione di un piano integrato di sviluppo commerciale della rete distributiva a livello regionale, provinciale e comunale; la costituzione di un Osservatorio sulle dinamiche occupazionali del commercio; e la revisione della Legge Regionale del commercio con particolare riferimento al tema della pianificazione degli orari commerciali domenicali e festivi.

“La campagna che abbiamo lanciato non è contro il lavoro domenicale” ha affermato nel suo intervento Franco Martini segretario generale della Filcams Cgil Nazionale “ ma contro la liberalizzazione selvaggia delle aperture, rispetto alle quali rivendichiamo una definitiva regolamentazione, sulla base della programmazione territoriale”.
“Ciò presuppone di mettere in discussione l’attuale modello di consumo, rivedere il modello distributivo e del lavoro, per evitare che tutto si riversi sull’ultimo anello di questa catena: il lavoro domenicale e festivo”.

In questa occasione è stata anche lanciata la Ricaricult, “Io di domenica mi ricarico di cultura”; una card di adesione alla campagna che sarà distribuita gratuitamente e che darà la possibilità di avere sconti e agevolazioni per iniziative ed eventi culturali legati alla rete dell’ARCI Roma.
Prossima tappa, il 18 febbraio a Ferrara per un dibattito aperto e un confronto tra lavoratori e cittadini: “Dove va il commercio? Le opinioni il pensiero e la posizione della Filcams – Cgil”. L’iniziativa avrà inizio alle ore 12 con conferenza stampa e si concluderà nel tardo pomeriggio con un aperitivo in musica.