Comunicati Stampa

La Festa Non Si Vende. Se il primo novembre non vuoi lavorare non rivolgerti ai Santi, ma applica la legge

30/10/2015

Il lavoro festivo non può essere imposto. A stabilirlo è una sentenza della Corte di Cassazione che ha dato ragione ad una lavoratrice di un’azienda del commercio che non si era presentata al lavoro il giorno dell’Epifania.

Ci si avvicina alle prossime festività, dal primo novembre fino al periodo natalizio, con una maggiore consapevolezza e forza, sin dal passato sostenuta dalla Filcams: il datore di lavoro non può obbligare al lavoro festivo, devono essere i lavoratori ad offrire la propria disponibilità.

La Festa non si Vende, campagna per la regolarizzazione delle aperture domenicali e festive nel commercio

Da diversi anni la Filcams Cgil ha avviato la campagna La festa non si vende, per la regolarizzazione delle aperture domenicali e festive nel commercio. Un’iniziativa antecedente al decreto di Mario Monti che ha concesso la totale liberalizzazione delle aperture nel commercio con l’intento di rilanciare i consumi e il lavoro nel settore.

Se pur con il favore di Federdistribuzione, la normativa non ha prodotto il risultato sperato, ma, in un contesto di crisi generalizzato, non ha fatto altro che spalmare la spesa su più giorni, peggiorare le condizioni di lavoro degli addetti al settore, e ottenere il monito di tanti sulla necessità di avere del tempo per il riposo, spazio di socialità, e la valorizzazione delle feste, che siano laiche o religiose,.

Il sempre aperto, ha portato le lavoratrici e i lavoratori del settore, stretti tra la necessità del lavoro e del salario, in condizioni di difficoltà, senza più una turnazione nelle giornate di festa.

“In prossimità della festa del primo Novembre, se pur ricada di domenica, vogliamo ribadire la nostra contrarietà ad una norma che non ha portato alcun beneficio, o reale miglioramento nel settore del commercio, ma ha contribuito a svalorizzare l’importanza sociale e culturale delle maggiori festività” ha affermato Alessio Di Labio della Filcams Cgil.

“Vogliamo richiamare l’attenzione delle forze politiche impegnate in questo periodo nell’approvazione di una proposta di legge che limiti le aperture nel commercio, ” conclude Di Labio, “ e allo stesso tempo dare supporto e sostegno alle lavoratrici e i lavoratori, per far conoscere e rispettare i loro diritti.”

La Festa Non si Vende Primo Novembre Guarda e scarica l’immagine