LA FESTA NON SI VENDE – L’INIZIATIVA DI BARI

31/03/2011

1 Aprile 2011

La Festa Non Si Vende – L’iniziativa di Bari

Prosegue la campagna itinerante della Filcams Cgil La festa non si vende.
L’iniziativa è stata lanciata dalla categoria della Cgil, che rappresenta i lavoratori del commercio, per regolarizzare le aperture domenicali e festive nel settore.
Dopo le prime tappe a Roma, Ferrara e Civitanova Marche, domani 1 Aprile è la volta della città di Bari.
Presso l’auditorium La Cittadella Della Cultura, a partire dalle 9.30 la Filcams Cgil Regionale ha organizzato un incontro/dibattito con diversi esponenti delle istituzioni locali.
La Filcams Cgil Regionale si sta battendo da anni per avere una revisione della legge regionale che regola le aperture domenicali e festive nel settore del commercio: “L’attuale legge” spiega Mary Manocchio segretaria regionale Filcams Puglia “al momento presenta delle parti poco chiare che stanno creando grossi problemi”.
Nel recepire la legge nazionale, la Regione Puglia oltre ad autorizzare le aperture domenicali e festive una volta al mese, più le quattro domeniche di dicembre, dà la possibilità agli Enti locali, prima della fine dell’anno precedente, di definire, di concerto con le parti sociali, alcune ulteriori aperture straordinarie.
“Gli Enti locali però” racconta Mary Manocchio “hanno più volte convocato le parti sociali, per derogare alcune chiusure anche ad anno già avanzato. È successo per il 17 marzo, giornata in cui ci siamo dovuti battere per far restare chiusi i negozi a Lecce e in alcuni paesi della Provincia, ed ora alcuni comuni hanno richiesto anche l’apertura per il lunedì dell’Angelo, il 25 aprile”. “Inoltre, non essendo specificato nella legge che gli Enti locali devono prendere tali decisioni all’unanimità, spesso la maggioranza ha il potere di decidere cosa fare”.

La legge Regionale presenta anche un’altra ambiguità: ai comuni turistici o d’arte, o ai comuni con termini – cioè confinanti – è consentito di restare aperti per tutte le festività tra maggio e settembre, quindi circa 30 aperture annuali. “Si sta verificando l’effetto domino” spiega la Segretaria “sono tutte città confinanti l’una con l’altra e tutte chiedono deroghe alle aperture.”

C’è anche il caso della città di Molfetta dove, vista la presenza di un Outlet, i punti vendita hanno l’autorizzazione di stare aperti per tutte le domeniche dell’anno.

Parteciperanno al dibattito GIANNI FORTE, Segretario generale Cgil Puglia; MARY MANOCCHIO, Segretario generale della Filcams Cgil Puglia; FRANCO MARTINI segretario generale della Filcams Cgil Nazionale; LOREDANA CAPONE, Assessore Attività produttive Regione Puglia; SANDRO AMBROSI, Vice Presidente Confcommercio Puglia; MICHELE EMILIANO, Sindaco Città di Bari; OTTAVIO SEVERO, Presidente Regionale Confesercenti Puglia.
Sarà presente inoltre, Jole Laviola, lavoratrice settore distribuzione cooperativa, per sentire “la voce di chi lavora”. Coordina il dibattito MADDALENA TULANTI, vice direttore Corriere del Mezzogiorno.

Come in ogni iniziativa de La festa non si vende ci sarà uno spazio dedicato alla cultura: il dibattito sarà intervallato da alcuni sketch teatrali sul tema, rappresentati dall’attrice Antonella Genga.