La distribuzione cerca manager

24/02/2004



        Martedí 24 Febbraio 2004

        ITALIA-LAVORO


        La distribuzione cerca manager


        MILANO – Per sette direttori su dieci (71%) il fatturato nel settore della grande distribuzione è in leggera crescita e fa da traino a nuove assunzioni. Per il 22% dei manager della Gdo, invece, il fatturato è stabile, mentre il 7% lo indica in calo.
        È il quadro che emerge da un’indagine effettuata da Mcs, società di ricerca e selezione di middle management. La figura del direttore di centro commerciale viene indicata come quella di più difficile reperimento dal 41% dei direttori intervistati, seguita dai direttori di punto vendita (25%) e dai capi settore-capi reparto (19%).
        Infine, buyer e category manager pur non essendo di particolare difficile reperibilità devono avere profili che, alla luce dell’evoluzione dei mercati in atto, rispondano a esigenze di internazionalizzazione.
        Lo scenario che emerge dallo studio Mcs mette in luce come il 75% delle assunzioni offerte riguardi profili con poca o addirittura nessuna esperienza, come neolaureati. La spiegazione di ciò va ricercata nel fatto che non esiste un percorso formativo di carriera qualificante nella grande distribuzione, ma si punta soprattutto sulle caratteristiche e competenze individuali. In questo contesto, comunque, la scelta delle aziende ricade soprattutto su profili junior che nell’88% sono laureati in economia o giurisprudenza e nel 12% in altre facoltà.
        La scarsità di figure professionali reperibili sul mercato per il settore della Gdo si innesta su motivi storici, come spiega Pierangelo Patron, direttore generale del Cfmt, il Centro di formazione management del terziario di Manager Italia: «Sono poche le aziende che in questo settore investono sulla formazione. L’investimento per formare un direttore di centro commerciale tra aula e pratica sul campo dura in media 18 mesi e può costare circa 75mila euro».

        LUCA VITALE