La Cgil: “Ora patrimoniale per sanare i conti”

03/12/2010

ROMA – «Il varo di una manovra che consolidi il debito pubblico attraverso l´istituzione di una patrimoniale alla francese sulle grandi ricchezze per mettere il paese al riparo dalla speculazione» e «l´avvio immediato di una discussione pubblica, prima del Consiglio Europeo del 16 e 17 dicembre, che metta a conoscenza le parti sociali e il paese su quanto richiesto dal nuovo Patto di stabilità europeo». Lo chiede al governo il leader della Cgil, Susanna Camusso