La Bit ha chiuso con un record di presenze

16/02/2005

    mercoledì 16 febbraio 2005

    Pagina 13 Turismo

      La Bit ha chiuso con un record di presenze (+7,3%)

        Anche per il 2005 la Bit ha registrato un ulteriore record di presenze: nei quattro giorni di apertura al trade e due al pubblico, sono state 146.685 le presenze complessive (+7,3%), di cui 100.831 operatori professionali, con un incremento del 4,2% sull’edizione del 2004.

        Sulle oltre 5 mila realtà turistiche sparse su un’area espositiva netta di 56 mila mq (+2%), 1.600 erano espositori stranieri, provenienti da 120 nazioni. Il dato conferma la forte vocazione internazionale della manifestazione e il ruolo che da sempre Bit riveste come punto di riferimento del turismo italiano. Sempre alta è stata l’attenzione dei media: quasi 6 mila giornalisti registrati nei quattro giorni di manifestazione.

        ´Questi risultati celebrano nel modo migliore i 25 anni di Bit’, ha commentato Adalberto Corsi, presidente Expocts, ´in un’edizione ricca di iniziative, che ha confermato il suo duplice ruolo di osservatorio e motore di sviluppo del settore turismo’.

        Tra i workshop organizzati, c’è stato il record per BuyItaly: quest’anno più di 3 mila i rappresentanti dell’offerta e 479 i buyer internazionali provenienti da 42 paesi.

        La città di Pechino, special guest di Bit 2005, ha presentato in anteprima europea assoluta i Giochi olimpici 2008: la presenza della Cina ha dimostrato l’attenzione di Bit ai mercati emergenti e la sua capacità di anticipare le tendenze del futuro turistico internazionale.

        Il grande incremento nelle presenze di visitatori è derivato anche dall’apertura, per tutta la durata della manifestazione, del padiglione 11, che ha ospitato due nuovi focus: Bit green, che ha fatto conoscere le proposte del turismo rurale, e Bit for job, che ha permesso, per la prima volta, l’incontro tra domanda e offerta di lavoro e formazione nel settore turistico, riscuotendo successo nel pubblico più giovane.

        ´È confortante per il sistema Italia l’interesse suscitato da questa edizione di Bit’, ha affermato Carlo Bassi, amministratore delegato Expocts, ´che, in una congiuntura economica non certo favorevole, dimostra per il settore turismo volontà e segnali di ripresa’.