L.R. 21 marzo 2001, n. 3 “Disposizioni urgenti per la riforma degli enti regionali”

L.R. 21-3-2001 n. 3
Disposizioni urgenti per la riforma degli Enti regionali.
Pubblicata nel B.U. Molise 31 marzo 2001, n. 8.

Epigrafe
Art. 1 – Finalità.
Art. 2 – Dichiarazione d’urgenza.

L.R. 21 marzo 2001, n. 3 (1).
Disposizioni urgenti per la riforma degli Enti regionali.
————————
(1) Pubblicata nel B.U. 31 marzo 2001, n. 8.

Art. 1
Finalità.
1. Allo scopo di determinare le condizioni per la predisposizione dei necessari
provvedimenti di riforma dei rispettivi ordinamenti, saranno sciolti, secondo le
modalità ed i tempi di cui al comma 2, gli organi di amministrazione attiva
degli Enti di seguito indicati, la cui amministrazione è conseguentemente
affidata a distinte gestioni commissariali:
- Ente regionale di sviluppo agricolo del Molise (E.R.S.A.M.);
- Istituto regionale per gli studi storici del Molise (I.R.E.S.M.O.);
- Istituti autonomi per le case popolari di Campobasso e di Isernia (I.A.C.P.);
- Enti provinciali del turismo di Campobasso e di Isernia (E.P.T.);
- Azienda autonoma di soggiorno e turismo di Termoli (A.A.S.T.).
2. Entro il 30 giugno 2001 si dovrà provvedere alla riforma degli Enti. In caso
contrario, il Consiglio regionale procederà alla nomina dei commissari, i quali
resteranno in carica per la durata massima di mesi 4 (quattro) e, comunque, non
oltre la naturale scadenza degli organi di amministrazione.
3. Ove ricorra l’ipotesi di cui al comma 2, il Consiglio regionale nomina i
commissari attingendo dagli elenchi formati dal Comitato dei Garanti di cui
all’articolo 3 della legge regionale n. 11/1993 o tra i dirigenti regionali, in
deroga alla legge regionale 23 maggio 1973, n. 7 e alla legge regionale 22
aprile 1993, n. 11.
4. In ogni caso, allo scadere del mandato dei commissari di cui al comma 2, gli
Enti, se non riformati, si intendono sciolti e le funzioni amministrative
saranno assunte dalla Giunta regionale.
5. A ciascun commissario sono corrisposti, con onere a carico dell’Ente
commissariato, i compensi ed i rimborsi, comunque denominati, spettanti al
presidente dell’Ente stesso, a meno che si tratti di dirigenti regionali.
————————

Art. 2
Dichiarazione d’urgenza.
1. La presente legge è dichiarata urgente, ai sensi dell’articolo 127 della
Costituzione e dell’articolo 38 dello Statuto, ed entra in vigore il giorno
successivo a quello della sua pubblicazione.
————————