Kempinski hotels sbarca in Sicilia

08/03/2005
    martedì 8 marzo 2005

    pagina 15

    Kempinski hotels sbarca in Sicilia

    di Eliana Marino

      La Kempinski hotels & resorts sbarca in Italia partendo dalla Sicilia. Ha aperto i battenti a Mazara del Vallo, in provincia di Trapani, il primo cinque stelle lusso targato Kempinski (come annunciato nel Rapporto meeeting & congressi su ItaliaOggi del 23 febbraio). Novantuno camere tra cui due penthouse suite, tre junior suite, 43 deluxe room, 12 grand superior room di 61 metri quadrati e 23 di 48 metri quadrati. Il tutto per un investimento di 24 milioni di euro realizzato dalla Mediterranea spa, una public company di 80 piccoli azionisti, quasi tutti siciliani, che nel giugno del 2002 ha messo in cantiere il progetto.

      ´La nostra strategia’, spiega Giovanni Savalle, presidente della società, ´ha una triplice dimensione: punta al business, al territorio e al dialogo interculturale’. Il presidente della regione, Salvatore Cuffaro, ha annunciato la scelta del resort di Mazara come sede per il prossimo meeting internazionale del Coppem, il Comitato permanente per il partenariato euromediterraneo.

      Un progetto, quello del Kempinski, sostenuto in questi anni da Bnl, Bcc Toniolo, Mediocredito centrale, Bds, Antonveneta e Banca nuova e che ha usufruito delle agevolazioni del patto territoriale Trapani-sud (per 4,3 milioni) per l’edificazione dell’impianto turistico-alberghiero, della legge 488/92 (729 mila euro) per realizzare la beauty farm e il centro per le attività convegnistiche (800 posti a sedere in totale), oltre che dell’intervento, ancora in fase di assegnazione (per 3 milioni di euro), destinato al raggiungimento degli standard di lusso, sempre a valere sulla 488.

      Il resort, che impiega 67 persone, ha in portafoglio 2,2 milioni di euro per business on the book, derivante per il 50% dal mercato Ue (Germania, Regno Unito, Svizzera e Benelux), per il 35% da flussi dall’Italia, per il 10% dagli Stati Uniti e per il 5% dal mercato giapponese. Sono in corso trattative con operatori degli Emirati Arabi e del Kuwait. Entro il 2005 il Kempinski trapanese, secondo i piani della Mediterranea, diventerà il cuore del primo distretto turistico-industriale della Sicilia, creando un polo dell’hotellerie di lusso. (riproduzione riservata)