JOLLY HOTELS: IN CORSO LE ASSEMBLEE DOPO LA FIRMA DEL CONTRATTO INTEGRATIVO

04/09/2006

FILCAMS-Cgil
Federazione lavoratori commercio turismo servizi
Ufficio Stampa
www.filcams.cgil.it

4 settembre 2006

JOLLY HOTELS: IN CORSO LE ASSEMBLEE DOPO LA FIRMA DEL CONTRATTO INTEGRATIVO

Sono in corso le assemble dei lavoratori nei 31 alberghi italiani della catena Jolly Hotels. In discussione il contratto integrativo aziendale firmato con la direzione da Filcams Fisascat Uiltucs. Entro la fine del mese le assemblee devono dire se sono d’accordo o meno con i risultati conseguiti dal nuovo integrativo.

Alcuni punti centrali qualificano, a giudizio di Carmelo Caravella, segretario nazionale Filcams e responsabile del turismo, il contratto integrativo.

Il primo per importanza sono le relazioni sindacali che avranno competenza su materie come il mercato del lavoro, le nuove professionalità e gli inquadramenti. Queste materie saranno oggetto di contrattazione a tutti i livelli, mentre a livello nazionale e di singolo albergo le parti contratteranno tutto ciò che riguarda i processi di terziarizzazione.

«Questa è una soluzione innovativa – dice Caravella – valida anche per la discussione in corso sul rinnovo del contratto nazionale del turismo».

Per quanto riguarda la malattia è stato ottenuto il pagamento intero delle giornate a partire dal primo giorno.

Per i nuovi assunti rimane la gradualità dell’accesso al salario aziendale, che riguarda tuttavia solo gli assunti a tempo indeterminato.

Spiega Caravella che questo punto «ha tenuto a lungo bloccata la trattativa anche per differenze di valutazione tra le organizzazioni sindacali». «La nuova norma – dice – recupera il salario aziendale per tutti i contratti diversi dal tempo indeterminato, che sono anche di gran lunga i più numerosi».

Il premio di produttività è modificato nei suoi meccanismi. Gli indici ora sono due: produttività di hotel e redditività di hotel. Gli indici vengono notevolmente incrementati con un aumento medio dei valori attorno al 15%. Questi incrementi «si aggiungono all’istituzione di una soglia nel meccanismo di produttività che permette di rendere più efficace il meccanismo anche nel caso di politiche aggressive da parte della compagnia».

«Nel complesso – giudica Caravella – si realizza un incremento importante dei valori del premio rispetto allo scorso anno».

Il contratto integrativo scadrà a dicembre 2008.