Jolly Hotels: chi dorme vince altre notti

08/09/2003



      Sabato 06 Settembre 2003

      Jolly Hotels


      Chi dorme vince altre notti


      MILANO – Quarantatremila tessere distribuite in Italia e nel mondo. È il risultato raggiunto dalla catena alberghiera Jolly Hotels (226 milioni di euro di fatturato nel 2002, 27mila dipendenti e 48 strutture ricettive) da quando, nel luglio di due anni fa, ha lanciato il programma di fidelizzazione legato alla carta Optime. Una ricetta semplice, che ricalca quella delle Millemiglia Alitalia: una tessera fedeltà gratuita e personale consegnata ai clienti che compilano un modulo di iscrizione e che consente ai possessori di accumulare euro da spendere negli alberghi della catena italiana. Per ogni conto saldato, il 5% va a finire in un "salvadanaio" virtuale: i soldi accumulati possono poi essere utilizzati liberamente per soggiornare negli alberghi Jolly Hotels in Italia e all’estero. «Il numero dei possessori della carta – chiarisce Cristina Tasselli, marketing manager della società – raddoppia ogni anno: a gennaio erano 29mila, oggi sono 43mila, il 60% dei quali l’ha utilizzata più di una volta. Si tratta del 15% della nostra clientela. E l’obiettivo per il 2005 è di portare questo numero a 200mila». I possessori della carta usufruiscono anche di uno sconto nei ristoranti della catena e per l’acquisto di numerosi prodotti e da questo mese hanno la possibilità di regalare, con i bonus accumulati, appositi voucher spendibili per soggiorni e servizi nelle strutture ricettive della società. A fine anno debutterà, inoltre, una nuova carta fedeltà destinata alla fascia alta della clientela, gli high consumer. «Sul fronte della fidelizzazione – conclude Cristina Tasselli – la società sta facendo grossi sforzi e il prossimo investimento riguarderà un progetto di Crm, per conoscere meglio le esigenze dei clienti».
      AN.MI.