Joby Job & Hobby, esito incontro 20/01/2012

Roma, 23 gennaio 2012

Testo unitario

oggi si è svolto un incontro preliminare con i consulenti della società Joby e Hobby srl in liquidazione a seguito della comunicazione di apertura della procedura di CIGS per tutti i dipendenti.
La società è stata posta in liquidazione il 6 dicembre 2011 a fronte di una situazione debitoria molto elevata, ad oggi il deficit ammonta a 10,5 Mil/€.
Al momento è arrivata un’offerta per soli 4 punti vendita (Amaro, Jesolo, Torricella Verzate e Viareggio) ma le trattative per la vendita sono allo stato iniziale; la cessione di questi pdv permetterebbe di incassare soldi per tentare la via del concordato preventivo, che dovrebbe essere presentato entro la fine di gennaio; se questa operazione non dovesse avere successo si andrebbe verso il fallimento della società.
I consulenti hanno spiegato che fra oggi, 20 gennaio, e lunedì 23 gennaio sarà saldata la mensilità di dicembre mentre non assicurano il pagamento, nemmeno parziale, del mese di gennaio.
Per consentire una continuità occupazionale nel caso in cui venisse perfezionata la cessione dei 4 punti vendita e per dotare le lavoratrici e lavoratori della più ampia tutela degli ammortizzatori sociali, verrà richiesta la CIGS per crisi aziendale; i 66 lavoratori qualificati hanno anzianità sufficiente per essere posti in CIGS; è presente un apprendista nel pdv di Jesolo per il quale verrà chiesta la CIG in deroga.
I consulenti, avvisati verbalmente dal Ministero del Lavoro, hanno comunicato che l’incontro per l’esame congiunto dovrebbe svolgersi venerdì 27 gennaio p.v..

p. la Filcams Cgil Nazionale
Massimo Frattini