Italia.it: già dubbi sulla gestione

07/07/2005
    giovedì 7 luglio 2005

    pagina 18 Turismo

    Italia.it: già dubbi sulla gestione

      l recente annuncio della nascita del portale italiano del turismo, www.italia.it, che sarà realizzato da Sviluppo Italia, Ibm, Its e Tiscover, ha già creato non poche perplessità tra gli operatori. Perplessità fatte proprie dal presidente di Federturismo-Confindustria, Costanzo Jannotti Pecci. In una nota, egli afferma che ´siamo certi e rassicurati che il dpcm in preparazione per l’istituzione del Comitato nazionale per il turismo, prevedrà, da parte di questa ”cabina di regia” delle politiche turistiche nazionali, anche la necessaria sorveglianza sull’iniziativa del portale del turismo italiano. Ciò a evitare che uno strumento che dovrebbe essere di sostegno e servizio alla promozione dell’offerta turistica nazionale in tutti i suoi aspetti, dimensioni e territorialità si trasformi in una questione puramente societaria con relativi diretti e parziali interessi, per quanto legittimi. Anzi in un potenziale fattore di turbativa, con finanziamento pubblico, della concorrenza’.

      Jannotti Pecci si dice preoccupato anche per ´le dichiarazioni stampa che hanno accompagnato (l’annuncio del portale, ndr) e che francamente non inducono a essere rassicurati, allorché esplicitamente si dichiara di prevedere servizi turistici, sia per il B2B che per il B2C, di acquisto, intermediazione e, di fatto, di commercializzazione diretta sul web in capo al soggetto gestore"