Istruzioni e regolamenti dell’obbligo formativo

12/01/2001

loghino.gif (3272 byte)



Venerdì 12 Gennaio 2001
italia – lavoro
Istruzioni e regolamenti dell’obbligo formativo nel vademecum del lavoro

(NOSTRO SERVIZIO)

ROMA Il nuovo obbligo formativo stenta a decollare e il ministero del Lavoro corre ai ripari. In questi giorni i servizi all’impiego locali riceveranno il Manuale dell’obbligo formativo, realizzato dall’Isfol d’intesa con la Direzione generale per l’impiego e l’Ufficio centrale per l’Orientamento e la formazione professionale dei lavoratori (Ofpl) del ministero del Lavoro. Il "libretto di istruzioni" contiene indicazioni operative per realizzare le disposizioni del regolamento attuativo dell’art. 68 della legge 144/99, che istituisce l’obbligo di frequenza di attività formative fino al diciottesimo anno di età.

Le indicazioni del manuale riguardano i compiti delle scuole, che entro il 31 dicembre scorso avrebbero dovuto comunicare ai servizi per l’impiego l’elenco degli studenti soggetti all’obbligo e quelli dei servizi, tenuti a nominare un tutor che segue e assiste il giovane durante il percorso formativo. «Il manuale si presenta come un supporto tecnico ad uso dei servizi locali che si stanno organizzando» — afferma Annalisa Vittore, dirigente generale dell’Ufficio centrale Ofpl — e fa parte degli strumenti messi in campo per attuare la riforma. Il nuovo obbligo formativo prevede anche la creazione di una banca dati di tutti gli studenti che hanno compiuto 15 anni e che, se decidono di non continuare la scuola, debbono frequentare un percorso professionale di tre anni. Gli interventi previsti dal regolamento sull’obbligo formativo sono ancora poco omogenei sul territorio — ammette la Vittore — e questa guida offre agli operatori le indicazioni tecniche di cui hanno bisogno».

Ulteriori precisazioni sulla figura del tutor saranno contenute in un decreto che si trova ora all’esame della Conferenza Stato-Regioni e che dovrà definire tutti i compiti specifici di questa figura di assistente alla formazione. Saranno presto disponibili — assicura il ministero del Lavoro — anche i nuovi contenuti formativi dell’apprendistato.

—firma—Alessia Tripodi