ISTITUTI PER IL SOSTENTAMENTO DEL CLERO, biennio retributivo 1.06.2004 – 31.05.2006

L’anno 2004, il giorno 30 del mese di Novembre in Roma

tra

l’Istituto Centrale per il Sostentamento del Clero , nella persona del Suo Presidente Mons. Luigino Trivero, in rappresentanza anche degli Istituti Diocesani ed Interdiocesani per il Sostentamento del Clero

con l’assistenza della Confederazione Generale Italiana del Commercio, del Turismo, dei servizi, delle Professioni e delle Piccole e Medie Imprese

e

la Federazione Italiana Sindacati Addetti ai Servizi Commerciali, Affini e del Turisno (FISASCAT-CISL) rappresentata da Giovanni Pirulli, la Federazione Italiana Lavoratori Commercio, Alberghi, Mense e Servizi (F.I.L.C.A.M.S.-C.G.I.L.) rappresentata da Piero Marconi e i Rappresentanti del personale dell’Istituto Centrale per il Sostentamento del Clero, Ernesto Paganini e Francesco Cirone

si è stipulato

il presente accordo di rinnovo biennale del CCNL 14 ottobre 2002.

PREMESSA

Le parti nell’assumere come proprio lo spirito del “Protocollo sulla politica dei redditi e dell’occupazione, sugli assetti contrattuali, sulle politiche del lavoro e sul sostegno al sistema produttivo” del 23 luglio 1993, hanno determinato gli aumenti contrattuali tenendo conto delle dinamiche inflative programmate e valutando concretamente la tendenza generale dell’economia nel periodo di riferimento.


MODIFICHE AL TESTO DEL C.C.N.L.

Art. 6 – Turni di lavoro

Al personale turnista compete una specifica indennità, rappresentata dalle 8 ore di turno, come dalla tabella riferita ai soli livelli le cui attività possono comportare esigenze di turnazione.

INDENNITA’ DI TURNO GIORNALIERA

LIVELLO IMPORTO

II 6,76

III 6,39

IV 6,04

V 5,90

VI 5,68

Gli importi suddetti verranno aggiornati, dal mese di gennaio 2005 e dal mese di gennaio 2006, sulla base dell’aumento medio del costo della vita per l’anno precedente, rilevato dall’ISTAT.

Art. 31 – Trattamento economico

La Tabella A, riproducente la misura della retribuzione base, è sostituita da quella allegata al presente rinnovo.

Una tantum

A titolo di recupero dell’inflazione verificatasi negli anni 2002/2003, ai dipendenti viene corrisposta una “Una tantum” nell’importo riportato nella tabella B.

Il predetto importo, che prende a riferimento il periodo 1.6.2002/31.05.2004, è corrisposto ai dipendenti ancora in servizio alla data del 1.06.2004 e spetta, in ventiquattresimi, per i soli mesi di servizio prestati nel biennio di riferimento.

Previdenza complementare

Visto l’art. 69 del vigente Contratto Collettivo Nazionale stipulato il 14 ottobre 2002, le parti convengono che il Fondo pensione complementare a capitalizzazione individuale costituito in forma di associazione il 9 aprile 1998, Fondo pensione per i dipendenti del terziario, di seguito denominato in breve Fon.te, rappresenta la forma pensionistica complementare riconosciuta come applicabile ai lavoratori dipendenti degli Istituti per il Sostentamento del Clero.

L’aliquota di partecipazione, a carico degli Istituti per il Sostentamento del Clero, a favore dei dipendenti che aderiranno al Fondo di previdenza “ ;Fon.Te”, è pari, per ogni lavoratore:

      - dal 1° gennaio 2005, al 1,05% della retribuzione utile per il computo del TFR;

      - dal 1° gennaio 2006, al 1,55% della retribuzione utile per il computo del TFR.

Formazione continua- For.Te.

Le Parti individuano in For.te. (Fondo paritetico interprofessionale per la formazione continua per le imprese del Terziario) il fondo cui gli Istituti per il Sostentamento del Clero faranno riferimento per l’accesso agevolato alle risorse destinate dal legislatore al finanziamento di programmi per la formazione continua.

Art. 53 – Decorrenza e durata del contratto

Il presente accordo entra in vigore dal 1.06.2004 e scadrà il 31.05.2006, conservando efficacia fino alla data di rinnovo del nuovo contratto.


TABELLA A

dal 1° giugno 2004 dal 1° gennaio 2005 dal 1°gennaio 2006

QUADRI  1.213,85  1.268,42  1.308,70

LIVELLO I  1.124,49  1.175,79  1.213,65

LIVELLO II SUPER  1.032,55  1.077,30  1.110,33

LIVELLO II  976,75  1.018,95  1.050,10

LIVELLO III  851,24  887,62  914,47

LIVELLO IV  742,77  774,06  797,15

LIVELLO V  691,63  721,46  743,48

LIVELLO VI  617,77  646,15  667,09

LIVELLO VII  547,53  574,09  593,69


TABELLA B.

UNA TANTUM

QUADRI  480,00

LIVELLO I  451,20

LIVELLO II SUPER  393,60

LIVELLO II  371,20

LIVELLO III  320,00

LIVELLO IV  275,20

LIVELLO V  262,40

LIVELLO VI  249,60

LIVELLO VII  233,60