Documenti di settore

Irideos, circolare Ipotesi primo CIA, avvio consultazione 11/02/2020

Roma, 11 febbraio 2020

Testo unitario

In data 11 febbraio 2020, è stata raggiunta l’intesa relativa l’ipotesi di Accordo per il Contratto Integrativo Aziendale per i circa 400 dipendenti del Gruppo Irideos che opera nel settore delle telecomunicazioni applicando il CCNL TDS Confcommercio.

Dopo un percorso durato quasi un anno, caratterizzato da un andamento altalenante, in generale il negoziato afferma che la contrattazione deve essere tra gli elementi che mirano al miglioramento del clima aziendale attraverso misure che incontrano le esigenze dei lavoratori e quelle imprenditoriali, con il principio di inclusività, integrazione e partecipazione, alimentando l’elemento fiduciario e trasparenza tra le parti.

Un elemento che riteniamo un valore relazionale è sicuramente costituito dalla necessità formalizzata per un modello di relazioni industriali ben definito, sia sui temi, sia sulla tempistica, con il quale si dà atto che la partecipazione dei lavoratori sia imprescindibile per il raggiungimento dei risultati inseriti nell’ambizioso piano industriale triennale.

Come potete verificare dall’ipotesi d’accordo allegata, l’intesa, tra gli altri elementi, introduce:

    ·un ex novo Sistema Premiante che ha carattere sperimentale basato su indicatori collettivi facilmente misurabili;
    ·l’aumento delle indennità di tutte le fattispecie riguardante la reperibilità;
    ·miglioramento della gestione dei riposi compensativi;
    ·l’aumento della quota relativa al buono pasto da € 5,19 a € 7,00 passando dal ticket cartaceo a quello elettronico;
    ·il riconoscimento del pagamento del 100% del periodo di carenza indipendentemente dal numero degli eventi all’interno dello stesso anno;

      ·una Banca Ore Solidale attivabile non appena si verifica una delle casistiche contenute nel C.I.A. con la compartecipazione dei lavoratori e azienda;

      ·misure di tutele di genere:
      ·l’inserimento dello Smart Working come strumento di conciliazione tempi di vita e di lavoro.

    Come OO.SS. esprimiamo una valutazione altamente positiva dell’intesa, frutto dell’azione condivisa di tutta la delegazione trattante che ha accompagnato tutto il percorso, con la consapevolezza che bisogna monitorare l’impatto che avrà nella pratica l’accordo, verifiche che periodicamente dovranno essere svolte sia territorialmente che a livello nazionale.

    Si invitano le strutture interessate insieme ai delegati sindacali aziendali a svolgere entro e non oltre il 28 febbraio p.v. l’illustrazione e consultazione di tutti i lavoratori dell’ipotesi d’accordo attraverso le propedeutiche assemblee delle lavoratrici e dei lavoratori, comunicandoci tempestivamente i relativi esiti.

    p. la Filcams Cgil Nazionale
    Sandro Pagaria