Iperstanda Desenzano – Verbale Accordo 19/6/2000

VERBALE DI ACCORDO

In data 19/6/2000 presso l’Iperstanda di Desenzano si sono incontrati:

la Standa Commerciale S.p.A., rappresentata dal Sig. Giuliano Reschiglian e il Sig. Virginio Toia

le OO.SS. di Filcams CGIL e Fisascat CISL rappresentate da Pierluigi Ceni e Alberto Armellini le RSU della filiale: Alessi Clara, Paola Faberi, Laura Bombarda

ed hanno concordato quanto segue:

a decorrere dall’1/6/2000 sarà esteso quanto previsto dal verbale di conciliazione siglato presso il Tribunale di Brescia, Sezione Lavoro il 26/05/2000 a tutti i lavoratori assunti a tempo indeterminato relativamente alla maggiorazione per il lavoro Prestato in domenica (30%) ed al premio domenicale così come previsto dal verbale del 09/02/1999 e seguenti.

Le parti convengono di reincontrarsi per cercare una soluzione anche per il personale con contratto a tempo determinato sul quale a tutt’oggi ci sono opinioni divergenti.

Letto, confermato e sottoscritto.


VERBALE DI ACCORDO

In data 9/2/99 presso la filiale di Desenzano, si sono incontrati:

      - per le RSU dell’ipermercato: la Sigra Alessi

      - per la OO.SS. territoriali:

il sig. Ceni della Filcams CGIL

i sigg.ri Armellini e Pluda della Fisascat CISL per l’Azienda: Sigg.ri Reschiglian e Toia

PREMESSO CHE
      - l’Ipermercato fruisce di deroghe per tutte le domeniche dell’anno;

      - il fatturato derivante dalla aperture domenicali costituisce parte rilevante ed essenziale del fatturato complessivo (24%);

      - è necessario garantire un adeguato livello di servizio alla clientela anche in tali giornate;

dopo ampia discussione le parti

CONVENGONO

1) le premesse fanno parte integrante del presente verbale di accordo;

2) al personale verrà corrisposto un premio correlato al raggiungimento degli obbiettivi

di vendita secondo i parametri di seguito indicati:

      - si assume come parametro di base (100) il fatturato delle domeniche (escluse quelle del mese di dicembre) del 1998 pari a Ml. 8100 che corrisponde ad un premio di L. 50.000 al lordo delle ritenute di legge per domenica lavorata.

      - al superamento della soglia di Ml. 8100 si applica la seguente scala parametrale:

+ 2.5 % 60.000 lorde

+5.0% 65.000 lorde

+ 7.5 % 70.000 lorde

+10.0% 75.000 lorde

      - i valori indicati si intendono per prestazione intera, in caso di prestazione ridotta il valore sarà rapportato;

      - al fine di riconoscere immediato valore al contributo che ciascun lavoratore darà in termini di prestazione in domenica, l’azienda liquiderà mensilmente, a titolo di acconto, una somma pari al premio minimo previsto per ogni domenica lavorata, somma che sarà oggetto di conguaglio a fine anno, in relazione agli incassi conseguiti secondo la scala parametrale indicata;

      - il presente accordo ha validità per l’anno 1999: entro il mese di Gennaio 2000 le parti incontreranno per l’eventuale rinnovo e/o aggiornamento del presente accordo.


DICHIARAZIONE A VERBALE

DICHIARAZIONE AZIENDA

Il premio domenicale correlato agli obiettivi di vendita verrà corrisposto a tutto il personale a tempo indeterminato (con esclusione di quello assunto specificatamente in domenica) e quella assunto a tempo determinato per sostituzione di personale assente cori diritto alla conservazione del posto (ed esclusione di quello assunto per sostituzione di personale in ferie).

DICHIARAZIONE OO.SS.

E’ opinione delle 00.SS. che il trattamento economico previsto per il lavoro domenicale debba essere corrisposto a tutto il personale, indipendentemente dal tipo di rapporto di lavoro.

Letto, confermato e sottoscritto.