INTESA SU GIUBILEO – 28 FEBBRAIO 2000

    3

    Roma, 1 Marzo 2000

    Oggetto: Intesa su Giubileo

    Alle Filcams Regionali e
    Comprensoriali

    Loro Sedi

    E’ stato sottoscritto lunedì 28 Febbraio tra le Confederazioni ed il Governo l’intesa generale sul Giubileo il cui testo vi alleghiamo. Come ricorderete nella circolare che inviammo a tutte le strutture, il 20 Dicembre 1999, esprimevamo come Federazione nazionale forti preoccupazioni circa i contenuti della bozza che in quei giorni circolava e che la Cgil in una apposita riunione ci aveva illustrato.

    Manifestammo allora tutte la nostra contrarietà rispetto ad alcune parti della bozza stessa che potevano di fatto portare ad una sterilizzazione del conflitto soprattutto in una fase di rinnovo di importanti Ccnl di settore come quello delle Pulizie e della Vigilanza.

    Alla luce del testo che ci è stato trasmesso dalle Confederazioni, possiamo affermare che larga parte delle nostre preoccupazioni sono state fugate e che pertanto consideriamo positivamente l’intesa raggiunta.

    Certo della vostra attenzione vi invio cordiali saluti.

        p. La Segreteria

    (Pietro Ruffolo)

    TASK FORCE GIUBILEO
    SEGRETERIA TECNICA

    Testo della "Intesa generale" prevista dal Protocollo del 3.6.1999

    1.Il Governo darà puntuale attuazione del Protocollo di intenti del 3 giugno 1999 mediante la task force già costituita presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri con la partecipazione dei Ministri interessati, delle rappresentanze istituzionali delle autonomie territoriali e delle autorità del Giubileo (da qui in avanti: "task force Giubileo"). L’operatività delle decisioni assunte dalla task force è assicurata dalla Segreteria tecnica costituita con DPCM del 9 luglio 1999. Nel periodo di svolgimento del Giubileo, la task force assicurerà:

    a)il monitoraggio degli eventi, delle situazioni e delle vertenze da cui potrebbero scaturire conflitti suscettibili di compromettere l’ordinato e sereno svolgimento del Giubileo;

    b)la prevenzione di insorgenze conflittuali presso imprese o settori dei servizi di pubblica utilità, in specie nei trasporti;

    c)l’adozione, acquisite le informazioni delle parti interessate, di tutte le iniziative che, presso le sedi istituzionalmente competenti, risultino atte a favorire la soluzione delle vertenze;

    d)ogni altro intervento utile al fine di attuare la presente Intesa, nel pieno rispetto dell’autonomia negoziale delle Parti Sociali.

    2.In attuazione del Protocollo 3 giugno 1999, e nel periodo di svolgimento del Giubileo, le Organizzazioni firmatarie della presente Intesa generale assicureranno nei confronti della task force Giubileo una informazione costante e completa sull’andamento delle vertenze per i rinnovi contrattuali nei settori in precedenza indicati, nonché per le situazioni sindacali che, in tali ambiti, fossero comunque suscettibili di determinare effetti negativi sulla fruizione dei servizi connessi al Giubileo. La task force Giubileo provvederà ad avviare le necessarie iniziative anche attraverso specifiche occasioni di incontro tra le parti direttamente interessate.

      Nel periodo del giubileo, e al fine di assicurare l’ordinato svolgimento, le Organizzazioni firmatarie non daranno vita a iniziative unilaterali né procederanno a forme di astensione dell’attività lavorativa, sia dipendente che autonoma, prima di avere esperito ed esaurito tutte le procedure di raffreddamento previste dai contratti collettivi di lavoro o da altri accordi sindacali.

    3.Le Organizzazioni sindacali firmatarie della presente Intesa generale che intendono assumere le iniziative o procedere alle azioni di cui sopra, e indipendentemente dalle loro modalità di attuazione, si impegnano a darne immediata comunicazione scritta alla Segreteria tecnica della task force Giubileo, precisando la durata e i modi di svolgimento, nonché le motivazioni, prima della pubblicizzazione della decisione o, qualora ciò non fosse possibile, contestualmente alla medesima. Ricevuta la comunicazione, la task force Giubileo assume nei tempi previsti dalla normativa sul preavviso le iniziative più appropriate per la soluzione del conflitto presso le competenti sedi istituzionali.

    4.In base all’Accordo del 23 dicembre 1998 sulle regole per l’esercizio dello sciopero e la salvaguardia degli utenti, entro il 15 marzo i titolari degli accordi applicativi della legge 146/1990 concorderanno con il Ministro dei Trasporti e della Navigazione i periodi di franchigia connessi al calendario giubilare, fermi restando quelli già previsti dagli accordi tra le parti di cui alla legge stessa. In difetto, il Governo, previa consultazione con le parti interessate, assumerà tutte le iniziative atte ad assicurare l’ordinato svolgimento delle iniziative giubilari onde dare piena attuazione al Protocollo di intenti del 3 giugno 1999.

      Le Organizzazioni firmatarie che promuoveranno manifestazioni pubbliche a Roma e nei principali centri di interesse turistico e religioso individueranno tempi e forme tali da renderle compatibili con l’ordinato svolgimento delle celebrazioni del Giubileo.
      Le Organizzazioni firmatarie sollecitano le autorità competenti ad adottare misure efficaci affinché ogni altra manifestazione o evento, da chiunque indetto o promosso, si mantenga entro gli stessi limiti di compatibilità.

    5.Le Organizzazioni firmatarie della presente Intesa generale valuteranno la possibilità di definire, in accordo con le rispettive istanze titolari dei contratti collettivi, e in tempo utile, le modalità atte a favorire la sperimentazione di forme di azione collettiva alternative che, pur risultando onerose per i datori di lavoro e per i prestatori d’opera aderenti alla protesta, non incidano sulla funzionalità dei servizi né penalizzino gli utenti o clienti durante il Giubileo.

    6.La task force Giubileo farà rilevare alle organizzazioni sindacali proclamanti le concomitanze tra interruzioni o riduzioni di servizi pubblici alternativi che interessino il medesimo bacino di utenza, per effetto di astensioni collettive o di altre forme di protesta proclamate da soggetti diversi, e segnalerà immediatamente il caso alla Commissione di Garanzia di cui alla legge 146/1990, per gli interventi di competenza.

    7.La task force Giubileo informerà regolarmente la Commissione di Garanzia di cui alla legge 146/1990 in merito all’attività svolta.

    8.Quanto definito nella presente Intesa generale, limitatamente al periodo del Giubileo, sarà sottoposto alla valutazione della Commissione di Garanzia a fini di efficacia generale.

    9.Il Governo e le parti sociali sono concordi nel ritenere estremamente urgente una positiva conclusione dell’iter parlamentare relativo al disegno di legge di riforma della legge 146/1990. Il Governo è impegnato in tal senso.

    Roma, 28 febbraio 2000