“Intervista” M.DiVetta: «Al vertice in breve, ma si parte dal basso»

14/04/2006
    venerd� 14 aprile 2006

    Pagina 38 – Economia&Carriere

      I DIRETTORI DEL PERSONALE DELLE GRANDI IMPRESE

        MsDonald’s
        Massimo Di Vetta

        �Al vertice in breve, ma si parte dal basso�

          Il 70% dei dirigenti ha cominciato nei negozi. Come gli ultimi due presidenti mondiali

            Felice Fava

              Pensare a patatine e hamburger, ovviamente oggi vuol dire pensare a Mc Donald’s, il fast food pi� frequentato nel mondo, una catena sviluppata soprattutto nella formula del franchising e presente dal 1985 anche in Italia.

              Da noi sono in funzione 334 ristoranti sparsi in 180 comuni, che servono ogni giorno 600 mila clienti e dove lavorano circa 12 mila addetti, di cui il 15% ricopre ruoli di responsabilit�. L’azienda � poi molto femminilizzata: il 60% dei dipendenti � formato da donne.

              Una catena che si allungher� ancora con l’apertura di 15 locali e l’inserimento di 5-600 persone entro l’anno.

              Se per tanti giovani l’esperienza Mc Donald’s � stata ed � vissuta come luogo di transito lavorativo per guadagnare un po’ di soldi, magari con un contratto part-time, per altri ha rappresentato la grande opportunit� della vita. Non a caso i due ultimi presidenti mondiali hanno iniziato proprio friggendo patatine. Lo stesso percorso che ha seguito il 70% dell’attuale top management italiano e molti �franchisee�. Come nel caso emblematico di Giacomo Bosia, partito a 20 anni con un contratto di 24 ore settimanali e senza una lira in tasca: dopo 15 anni si � ritrovato titolare di dieci fast food a Milano e hinterland.

              Insomma, qui come i pasti anche le carriere sono veloci. La conferma viene da Massimo Di Vetta, da meno di un anno direttore risorse umane Italia. �Nel giro di appena due-tre anni – spiega – se un dipendente dimostra entusiasmo, competenza e capacit� gestionali pu� diventare direttore di un nostro ristorante�.

              Cosa distingue la politica del personale dell’azienda?

                �La cultura del servizio al cliente � il pilastro sul quale si basa la "mission" di Mc Donald’s. Il nostro obiettivo � raggiungere standard di eccellenza operativa e ci� ci porta a prevedere l’avvio di percorsi di carriera che partono dai livelli pi� bassi, proprio per dare a tutti i dipendenti una visione completa dell’organizzazione e delle esigenze del consumatore. Come si � detto, per�, poi si sale rapidamente�.
                Come vi muovete per realizzare nuove assunzioni?
                �La societ� ha uno staff amministrativo e uno produttivo. Nel primo caso la selezione avviene con tre-quattro colloqui con i responsabili di dipartimento, mentre per i ristoranti il percorso � pi� agevole e passa attraverso una giornata durante la quale sottoponiamo i candidati ai test attitudinali e al colloquio�.

                Quali sono i profili personali e i curricula sui quali puntate maggiormente l’attenzione?

                �Per lo staff aziendale la scelta cade su laureati in economia o materie umanistiche. Per i ristoranti assumiamo diplomati, studenti universitari e laureati in qualsiasi disciplina. In ogni caso cerchiamo giovani dinamici, orientati al raggiungimento dei risultati, capaci di lavorare in gruppo e in possesso di spirito d’iniziativa�.

                Come reperite i nuovi talenti e cosa fate per trattenerli?

                �Li acquisiamo grazie ai rapporti instaurati con le universit�, in particolare con la Bocconi e la Cattolica. Li tratteniamo facendo veder loro le prospettive e i piani di carriera, oltre all’offerta di un pacchetto retributivo che si colloca nella fascia medio-alta del mercato. In genere se un talento se ne va, lo fa perch� non intravede pi� all’interno dell’azienda prospettive di sviluppo personale�.

                Quali sono le professionalit� di cui avete pi� bisogno?

                �Marketing e comunicazione sono le aree pi� strategiche. Nel primo caso per conquistare nuovi clienti, nel secondo perch�, vista la notoriet� del marchio, siamo sempre sotto l’attenzione dei media�.

                Ritenete che la formazione sia uno strumento importante per far crescere il vostro personale?

                  �Molto, visto che le carriere si sviluppano solo attraverso la formazione e il superamento delle prove previste dai corsi. Dal 1961 Mc Donald’s ha istituito nell’Illinois, sede del quartier generale, la prima hamburger university, oggi presente anche in Gran Bretagna, Giappone, Germania e Australia. Da qui sono usciti i migliori dirigenti del gruppo�.

                  Preferite favorire la crescita interna o per le posizioni di responsabilit� vi rivolgete all’esterno?

                  �La prima strada � la pi� battuta, solo per figure specialistiche e di alta professionalit� guardiamo invece al mercato�.