“Intervista” Follini (Ccd): «Ora facciamo una trattativa a tutto campo»

21/02/2002

Pagina 5 – Economia
L�INTERVISTA
Parla Marco Follini (Ccd)

"Ora facciamo una trattativa a tutto campo"
          LUISA GRION


          ROMA – Riallaccia il dialogo con il sindacato e amplia la portata della discussione: non solo articolo 18, ma anche ammortizzatori sociali o, perch� no, formule nuove per far partecipare i lavoratori alla gestione delle imprese. Per Marco Follini, presidente del Ccd, la �moratoria� proposta dal governo sulle modifiche dello Statuto dei lavoratori, deve puntare ad allargare il tavolo della trattativa. �Ci siamo sempre preoccupati di non spezzare il filo delle relazioni con i sindacati anche quando non andava troppo di moda – afferma – io interpreto la strada intrapresa come un percorso che deve condurre verso relazioni meno conflittuali�.
          Onorevole Follini, questo ricorso ai tempi supplementari significa che ha vinto la vecchia formula della concertazione?
          �Non lo leggerei in questi termini. La concertazione, in passato, ha avuto un ruolo fondamentale perch� c�era un�emergenza nell�economia e un vuoto nella politica. Ora queste condizioni sono cambiate, ma ci� non toglie nulla al fatto che la maggioranza, pur non fermandosi davanti ai veti, ha il compito di rispettare una parte sociale che l�ha votata. Fra i nostri elettori ci sono molti che non la pensano come Cofferati, ma anche molti che non la pensano come D�Amato: non siamo, appunto, il governo della Confindustria. Rilanciare la palla alle parti sociali era la cosa pi� appropriata�
          Voi puntavate a questa soluzione fin dall�inizio?
          �Sono da sempre iscritto al partito del dialogo e continuo a rinnovare la tessera�
          Ma un tempo supplementare di due mesi non � troppo breve ?
          �Dipende dalla volont� delle parti di trovare un accordo�
          Sembra fatto apposta per spaccare il sindacato
          �Non sar� questa formula a spaccare Cgil, Cisl e Uil: la frattura � nei fatti. Comunque non � compito del governo dare le pagelle, cercheremo di realizzare le riforme con il pi� ampio accordo�.