“Intervista” A.Soldi: «Alla Coop farmaci scontati del 20%»

31/07/2006
    domenica 30 luglio 2006

      Pagina 20 – Economia e Finanza

        Soldi: �Alla Coop farmaci scontati del 20%�

        intervista
        LUIGI GRASSIA

          �Entro i primi mesi del prossimo anno nei supermercati e ipermercati Coop in tutta Italia saranno aperti dai 200 ai 250 spazi di vendita di medicinali da banco, e il prezzo dei nostri prodotti sar� di almeno il 20% inferiore a quelli che praticano ora le farmacie�. � questo il progetto che espone il presidente di Ancc/Coop, Aldo Soldi.

          Dal punto di vista della Coop il braccio di ferro tra il governo e i titolari di farmacia quali risultati ha dato? Vi sentite completamente vincitori, o il compromesso finale vi limita in qualche modo?

            �A me sembra molto chiaro: il testo del decreto non � stato toccato. Quello che volevamo era di poter vendere i prodotti da banco e l’abbiamo ottenuto�.

            C’� per� l’impegno del governo a impedire la nascita di reti alternative di farmacie, dove si vendano anche gli altri tipi di farmaci.

              �Io non so da dove venisse questa preoccupazione dei titolari di farmacia. Il decreto non lo consente e a noi della Coop questa ipotesi non � mai interessata. E per quello che so, avendone parlato con le altre catene commerciali, neanche agli altri grandi nomi della distribuzione. Chiss� perch� la Federfarma se n’� tanto preoccupata, del resto non so neanche quale fosse esattamente la sua posizione, visto che l’ha cambiata diverse volte. Comunque non mi interessa polemizzare con loro, anche se loro hanno polemizzato con noi�.

              Adesso giriamo pagina. Vedremo i medicinali in vendita alla Coop da domani?

                �Partiremo con le prime aperture a settembre, poi ci sar� un’accelerazione fra il prossimo autunno e l’inizio del 2007 per stendere una rete di 200-250 punti vendita in tutta Italia, nei circa 1200 centri Coop esistenti�.

                Ma avete le strutture e le persone necessarie?

                  �Il decreto prevede una serie di vincoli, secondo me giusti. Dovranno esserci degli spazi distinti per vendere i farmaci, quindi non troverete i medicinali vicino ai pomodori, anche se adesso in farmacia si trovano i medicinali vicino agli zoccoli. Non ci sar� possibile ricavare spazi appositi nei negozi Coop pi� piccoli, ma in tutti quelli dove � materialmente possibile noi venderemo i farmaci�.

                  Dovrete assumere centinaia di farmacisti in poco tempo.

                    �Per averne sempre uno presente al banco, bisogner� assumerne tre, in modo da coprire i turni, i riposi, le malattie eccetera. Quindi si tratta di 600-750 farmacisti�.

                    Ce ne sono abbastanza in giro? Visto che le altre catene della distribuzione avranno bisogni di assumerne altre migliaia…

                      �Abbiamo cominciato a ricevere domande e curricula. In Italia ci sono 65 mila laureati in Farmacia e 17 mila farmacie�.

                      Gli spazi di vendita dei medicinali saranno austeri, tipo farmacia, o fantasiosi tipo Coop?

                        �Venerd� in conferenza stampa faremo sapere come saranno, con quali colori saranno identificabili eccetera�.

                        Veniamo al conquibus. In Italia si liberalizza ma la concorrenza sui prezzi non si fa…

                          �Stiamo prendendo contatti con i produttori e il nostro impegno � offrire i medicinali da banco a un prezzo di almeno il 20% inferiore a quello delle farmacie. Tenga presente che il 20% � il massimo che prospettava l’accordo fra il precedente ministro e Federfarma, mentre le farmacie sono arrivate (quando ci sono arrivate) al 10%. Per noi invece il 20% in meno sar� il minimo e ancora ci guadagneremo, perch� il margine su questi prodotti � enorme�.

                          Farete il prendi tre paghi due? O magari offrirete l’aspirina gratis a chi compra un tot di pomodori?

                            �No. Sono vietate le vendite sottocosto e le offerte promozionali. I farmaci vanno venduti con delicatezza e seriet�.