INTERVENTO DI FRANCO MARTINI AL CONGRESSO NAZIONALE DELLA FISASCAT

06/05/2009

Franco Martini segretario generale della Filcams Cgil Nazionale interviene al congresso Nazionale della Fisascat attualmente in corso a Loano.

“Tempi difficili per i rapporti sindacali, ma nella mia cultura e pratica lavorativa, l’idea dello stare insieme ha sempre rappresentato l’obiettivo principale.”

Franco Martini segretario generale della Filcams è intervenuto ieri al congresso Nazionale della Fisascat attualmente in corso a Loano. Due diverse categorie sindacali che rispettivamente per Cgil e Cisl rappresentano i lavoratori dei settori Terziario, Turismo e Servizi.
Anche se in un momento storico difficile e non sottovalutabile, caratterizzato da una forte divisione sindacale, l’intervento di Franco Martini è un richiamo all’unità della categoria, un invito a condividere e confrontarsi su idee diverse: “perché le diversità possono essere una risorsa alle istanze del mondo del lavoro e del sindacato; perché le ragioni dell’altro rappresentano un elemento di forza e non di debolezza e la condizione migliore per difendere le lavoratrici ed i lavoratori che noi rappresentiamo è l’unità.”
L’accordo separato per il rinnovo del contratto nazionale del commercio del 18 luglio scorso, la crisi che ha colpito tutto il paese creando grosse difficoltà soprattutto nella grande distribuzione, una fase indubbiamente critica nei rapporti sindacali; tutto ciò, può comunque essere un’opportunità di cambiamento futuro, di ridefinizione dei ruoli e delle regole della rappresentanza e della democrazia sindacale.
“Dobbiamo provare – afferma con decisione Martini – a indirizzare i nostri destini verso nuovi incroci. Credo che le nostre lavoratrici ed i nostri lavoratori si aspettino un’iniziativa del sindacato, di tutto il sindacato di categoria, che li tuteli di fronte alla crisi e che sappia candidare il nostro settore ad essere una leva importante di un nuovo sviluppo del Paese.
Puntando alla concertazione e alla contrattazione di secondo livello, noi ritroveremo il terreno naturale per ricomporre le nostre divisioni e fare un servizio migliore alle lavoratrici ed ai lavoratori.”
Martini è convinto che un’azione unitaria può contribuire a spingere la società dei consumi verso evoluzioni positive, per attivare processi di qualificazione delle aziende in crisi e per richiamare l’attenzione delle istituzioni alla programmazione del settore commerciale ed di quello turistico.
“Quello che voglio dire – conclude il segretario – è che pur non sottovalutando le difficoltà insorte nel rapporto tra le nostre organizzazioni dobbiamo utilizzare la crisi quale occasione di cambiamento, un’opportunità per costruire il sindacato del terzo millennio, un sindacato sempre più dalla parte dei deboli, degli indifesi, capace di combattere le ingiustizie che un’errata declinazione della modernità rischia di aumentare.
Il mondo del terziario può essere un laboratorio importante dove provare a vincere questa scommessa.
Io credo che potremmo farlo insieme, nel rispetto e nella reciproca comprensione”.

Intervento Franco Martini