Incidenti sul lavoro, nel 2009 tre morti al giorno Napolitano: “Infortuni per gravi negligenze”

11/10/2010

ROMA – «Ogni giorno ci sono infortuni, troppo spesso mortali a causa di inammissibili superficialità e gravi negligenze nel garantire la sicurezza dei lavoratori». Torna a denunciare le morti bianche Giorgio Napolitano, nel suo messaggio per la Giornata nazionale per le vittime sul lavoro, sollecitando maggiore prevenzione e sicurezza, «L´incolumità e la salute dei lavoratori – ricorda il presidente della Repubblica – costituiscono valori primari per la società». Nel 2009 in Italia, ogni giorno tre persone sono morte mentre lavoravano. Una strage che spesso ha precise responsabilità come ha ricordato il presidente Napolitano nel suo messaggio inviato all´Associazione nazionale dei mutilati e invalidi sul lavoro.