Inchiesta Cit: Tanzi dai giudici «De Mita non fu coinvolto»

15/07/2005
    giovedì 14 luglio 2005

    Inchiesta Cit, Tanzi dai giudici
    «De Mita non fu coinvolto»

      L’ex segretario della Dc Ciriaco De Mita sarebbe estraneo alla vicenda giudiziaria che riguarda la compravendita della Cit (Compagnia Italiana Turismo), accordo mai perfezionato tra Parmatour – società del Gruppo Parmalat – e le Ferrovie dello Stato. È quanto ha spiegato al pm della Procura di Roma, Pierfilippo Laviani, l’ex patron del gruppo di Collecchio Calisto Tanzi, interrogato per oltre tre ore in procura a Roma.

      Calisto Tanzi, assistito dagli avvocati Gianpiero Biancolella e Fabio Belloni, ha risposto alla domande del pm Laviani che nelle scorse settimane aveva aperto un fascicolo con l’ipotesi di reato in concorso in corruzione nell’ambito di un filone d’inchiesta relativo all’ipotesi di compravendita della Cit tra il gruppo Tanzi e le Fs. Dalla vicenda sono scaturite vari fascicoli di indagine di cui l’ultimo, in ordine di tempo, vede indagato l’ex segretario della Dc Ciriaco De Mita, lo stesso Tanzi, e un ex dirigente della Cit.

      Sempre sulla vicenda della Compagnia italiana Turismo un fascicolo è all’attenzione del tribunale dei ministri e vede indagati tra gli altri l’ex patron delle Fs Lorenzo Necci e l’ex ministro dei Trasporti Claudio Burlando.