In vetrina il turismo ambientale

22/04/2005

    venerdì 22 aprile 2005

      Al via Ecotur
      In vetrina il turismo ambientale

      di Luca Simeoni

      Si apre questa mattina a Montesilvano la XV edizione di Ecotur, la borsa del turismo ambientale, che resterà aperta fino a domenica 24 aprile.

      Passaggi salienti di questa vera e propria vetrina del turismo ambientale saranno la presentazione del 3° rapporto sul turismo-natura e una tavola rotonda dedicata alla recente riforma dell’Enit prevista per domani. Piena soddisfazione espressa da Enzo Giammarino, presidente di InFiera, la società che ha ideato e gestisce attualmente Ecotur.

      ´La maturità di questa manifestazione è resa evidente dai tre momenti chiave che caratterizzeranno i tre giorni fieristici e che sono l’analisi del comparto attraverso un rapporto, che per la prima volta vanta la fattiva collaborazione dell’Istat, e che culminerà con un’indagine previsionale sull’andamento ipotizzato per il 2005, l’esposizione dell’offerta di turismo ambientale, con quasi 200 stand.

      Importante è, infine, il workshop operativo, che vedrà la partecipazione di buyer esteri provenienti da ben 27 paesi, tra i quali, per la prima volta, la Corea e il Giappone, a riprova di un crescente interesse del turismo estero per l’offerta italiana dei parchi, delle riserve, della natura. Sostanzialmente abbiamo allestito una kermesse che permetterà soprattutto agli operatori specializzati di avere una veduta d’insieme complessiva ed esaustiva del settore’.

      Una tipologia turistica, tra l’altro, in forte espansione, come dimostrano anche i dati certificati fino a oggi: lo scorso anno, infatti, i turisti che scelsero una vacanza a contatto con la natura furono 7,5 milioni, dei quali 1,7 milioni stranieri (con uno share pari al 4,5% degli arrivi globali in Italia). La spesa complessiva fu di 5,4 miliardi di euro, pari al 6,7% dei complessivi 80 miliardi di euro di spesa per consumi turistici a livello nazionale, e l’occupazione fu di 102 mila posti di lavoro.

      ´La finalità di Ecotur 2005′, ha concluso Giammarino, ´è quella di consolidare l’immagine di una borsa che sia veramente a dimensione d’uomo, dove ognuno, operatori in testa, possa trovare il proprio tornaconto e dove, soprattutto, a vincere è il prodotto che si vuole commercializzare.

      Nella scorsa edizione la manifestazione Ecotur ha chiuso i battenti facendo registrare 18 mila visitatori di cui 7.500 professionali, circa 900 operatori dell’offerta e 98 tour operator internazionali che quest’anno saliranno a 110′. (riproduzione riservata)