IN STATO DI AGITAZIONE I LAVORATORI GESIP

15/04/2010

14 Aprile 2010

In stato di agitazione i lavoratori Gesip

I lavoratori Gesip, società di servizi di Palermo, sono in stato di agitazione.
Hanno occupato i locali aziendali a seguito della mancata celebrazione del Consiglio di Amministrazione previsto per il 13 aprile scorso, e d oggi sono in riuniti in Assemblea alla presenza della Filcams Cgil, Uiltucs Uil, RdB,Ugl e Cisal.
“Abbiamo deciso di tenere un’assemblea sindacale fuori dai locali aziendali, – spiega Piero Lo Cicero Rsa Filcams Cgil Palermo – nella speranza di sensibilizzare il Consiglio Comunale che, a tutt’oggi, non ha ancora affrontato seriamente la problematica relativa alla Gesip, le cui sorti sono appese ad un filo. Questo mese, infatti, scadrà la convenzione con il Comune di Palermo e le proposte economiche, sin qui avanzate, sono assolutamente insufficienti per risanare il buco della Gesip. Così si rischia la liquidazione della Società e, quindi, la perdita del posto di lavoro per circa 2000 lavoratori e lavoratrici. Questo mese, inoltre, scadrà il mandato dell’attuale Consiglio di Amministrazione e non si sa ancora se verrà nominato un commissario straordinario. Chiediamo, quindi, al Consiglio Comunale di intervenire in maneria solerte, mettendo da parte, però, gli interessi politici, prendendo in esame, ad esempio, la possibilità di internalizzare i servizi sinora erogati dalla Gesip all’interno dello stesso Comune di Palermo.”