In sciopero gli addetti alle pulizie delle scuole

02/05/2011

Presidio dei lavoratori dei servizi nelle scuole ieri sotto la sede della prefettura a Firenze. Le organizzazioni sindacali hanno proclamato uno sciopero nazionale unitario di 8 ore per chiedere la proroga dell`appalto.
II 30 giugno prossimo è fissata la data di scadenza dei contratti di appalto dei servizi di pulizie e ausiliari, stipulati da parte di diverse imprese, con il Ministero. Un`operazione che in Toscana mette a rischio 1.100 posti di lavoro, di cui 300 solo a Firenze. Donne per lo più, assunte quasi sempre con contratti part time che garantiscono pulizie, sorveglianza degli alunni e controllo degli edifici, e che tra breve potrebbero ritrovarsi sulla strada. «Sarebbe il più grande licenziamento di massa di questo governo – dice il segretario toscano della Filcams Cgil Roberto Betti – per questo con la nostra protesta chiediamo al Governo di prorogare l`appalto e di pensare a un nuovo bando che sia di carattere regionale». Il sindacato chiede l`apertura di un tavolo con la Regione e avverte. «D`ora in poi sciopereremo senza rispettare i tempi previsti dalla legge e senza garantire i servizi minimi».