In Italia molto lavoro ma anche tante vacanze

18/05/2005
    mercoledì 18 maggio 2005

      IN PRIMO PIANO – pagina 2

      In Italia molto lavoro ma anche tante vacanze

      MILANO • Con circa 1.600 ore lavorate, l’Italia si posiziona ai primi posti della classifica europea per quanto riguarda le ore di lavoro annuo per ogni dipendente. Ma se i lavoratori italiani lavorano di più di quelli di Francia e Germania, è anche vero che hanno le vacanze più lunghe. È quanto emerge da un articolo, pubblicato sul sito del Lavoce. info, che, sulla base delle inchieste sulle forze lavoro condotte dall’Eurostat e sui dati Ocse sul numero di ore di lavoro annue per occupato, ha calcolato gli orari medi di lavoro dei diversi lavoratori europei.

      E non mancano le note dolenti, per il vecchio Continente. Evidente è il gap fra gli Stati Uniti, da una parte, e Francia e Germania, dall’altra. Se, infatti, il dato d’oltreoceano si attesta poco oltre le 1.700 ore di lavoro annuo, e quello italiano intorno alle 1.600, nelle due " locomotive d’Europa" si riscontra una media vicina alle 1.450 ore.

      Analizzando i dati su base settimanale e prendendo in considerazione i maggiori Paesi europei, il numero di ore di lavoro in Italia risulta essere esattamente in linea con la media europea oltre che decisamente superiore a quello di Francia e Germania. Ciò vale sia per le ore di lavoro settimanali sia per il numero di settimane lavorative in un anno.
      Dunque, da dove deriva la diffusa convinzione che i ritmi lavorativi italiani siano più blandi rispetto agli a quelli degli altri Paesi industrializzati? Sul banco degli imputati salgono le vacanze dei lavoratori italiani che risultano più lunghe rispetto a quelle degli occupati europei.

        In media un dipendente italiano dispone di 7,9 settimane di vacanza all’anno, contro le 7 di francesi e spagnoli e le 6,5 dei britannici.