In fabbrica e in ufficio torna la voglia di famiglia

07/02/2005

    sabato 5 febbraio 2005

      Cresciuti del 38% i congedi per maternità
      Lavoratrici e mamme
      in fabbrica e in ufficio
      torna la voglia di famiglia

        MILANO Torna la voglia di famiglia tra le donne che lavorano, ma sono sempre di più anche i papà che sfruttano i congedi parentali per stare di più a casa con i figli. Nel 2004, secondo i dati diffusi dall’Inps, sono arrivate all’Istituto di previdenza 221.552 richieste di prestazioni di maternità con un aumento sull’anno precedente del 38,2% (nel 2003 furono 160.320). Il boom delle richieste di indennità di maternità è legato soprattutto – spiegano itecnici dell’Inps – all’aumento della presenza femminile negli uffici italiani e dell’età della maternità.

        Secondo i dati dell’Inps nel 2004 sono cresciute leggermente le richieste di indennità di malattia (+2,8%) mentre un significativo aumento si è avuto per le richieste di cassa integrazione (oltre 591mila prestazioni richieste, +22,7%). In calo invece le domande di pensione complessive (985.481 con un -8,4%) grazie al calo significativo delle richieste di ritiro per anzianità (292.631, -18,7%), probabilmente frenate in parte anche dall’entrata in vigore del bonus in busta paga per chi rinvia il pensionamento. Nell’anno sono anche migliorati i controlli contro il lavoro sommerso con il sostanziale raddoppio dei contributi evasi accertati mentre sono lievemente aumentate le cause giacenti presso l’Istituto.

        Ecco in sintesi la fotografia di un anno di processo produttivo dell’Istituto di previdenza, dalle domande di prestazioni arrivate alle ispezioni contro il lavoro nero nelle aziende.

        MATERNITÀ - Tra astensione obbligatoria post parto, aspettative e congedi parentali sono arrivate all’Inps oltre 221mila richieste di indennità di maternità con un aumento del 38,2% sul 2003. Il dato, spiegano all’Inps, risente di una presa di coscienza da parte delle donne che lavorano delle possibilità offerte dalla legge del 2000 sui congedi parentali ma anche dell’aumento delle domande da parte dei padri.

        CASSA INTEGRAZIONE – La crisi che si è abbattuta su molte aziende italiane ha fatto sì che nel 2004 aumentassero le richieste di cassa integrazione. Nell’anno sono arrivate 591.716 richieste di prestazioni di cig (+22,7%).

        PENSIONI - Le richieste di pensionamento nel 2004 scendono sotto il milione a 985.481 (-8,4%). Il calo più significativo è quello registrato per le richieste di pensionamento per anzianità ferme a quota 292.631 (-18,7%). La maggiore rapidità nella liquidazione dei trattamenti (nel 2004 quasi tre pensioni su quattro sono state liquidate prima di due mesi dalla richiesta) ha fatto abbassare le giacenze e aumentare il numero delle domande accolte. Nel complesso le domande accolte sono state 698.646, in aumento rispetto alle 685.357 del 2003.

        PIÙ CONTROLLI - Nel 2004 sono state controllate oltre 145mila aziende e sono state trovate irregolarità nel 75% dei casi. Le ispezioni mirate hanno portato ad accertamenti di contributi evasi per 1.695 milioni di euro (820 milioni nel 2003). I lavoratori irregolari scovati sono stati 79.949 (111.484 nel 2003).